martedì, Giugno 25, 2024
Cronaca

Mons. Renna diventa cittadino di Cerignola: “La città è di tutti”


“Non c’è giorno nel quale dopo le lodi mattutine e dopo aver pregato per Catania, non prego anche per Cerignola”.

Così mons. Luigi Renna ringrazia formalmente durante il suo intervento il comune di Cerignola, e i cerignolani tutti, occorsi a partecipare al conferimento della cittadinanza onoraria.

“Mi ha insegnato tanto la fraternità la città di Cerignola, con la sua opulenza mi ha allargato il cuore, ha permesso di costruire scuole, un teatro e larghe vie, mi ha insegnato che i diritti dovrebbero essere rivendicati come ci ha insegnato Di Vittorio. Cerignola ha tanta povertà ma allo stesso tempo tante risorse”.

Dopo lo storico Sindacalista anche il ricordo di altri grandi Cerignolani come Zingarelli e Tatarella. Il ricordo dei sacerdoti “a cui ho chiuso gli occhi” commuovendosi, Don Luigi torna agli anni del Covid: “sono stati anni in cui Cerignola non ha lasciato nessuno indietro, ci sono stati giorni bui ma vanno in secondo piano nel ricordo dei giorni più pieni ed operosi”.

Con i ringraziamenti finali e il ricordo di quegli anni operosi si conclude il discorso passando al conferimento della cittadinanza onoraria, una stampa del punto all’ordine del giorno stilizzato, e inoltre un regalo da parte di Giovanni Amato, con delle opere da lui realizzate raffiguranti le ultime tragedie che stanno colpendo l’Europa.

Infine l’appello alla politica: “Guardatevi gli uni gli altri come fratelli e non come nemici perché Cerignola è di tutti”.

Giuseppe Bellapianta

4 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
falsi
2 mesi fa

e sti caxxi……….

BATMAN
2 mesi fa

mha!!!

scoop
2 mesi fa

me cojioni!

Mimmo
2 mesi fa

Mentre si cerimonia, tutto intorno il nulla.

4
0
Commenta questo articolox