martedì, Giugno 25, 2024
Cultura

Ben 408 Teatri come “monumento nazionale”: escluso il Mercadante di Cerignola

 Teatri come monumento nazionale: escluso il Mercadante di Cerignola

Sono oltre 400 i teatri italiani diventati “monumento nazionale”, ma il Mercadante di Cerignola non ce l’ha fatta nonostante il “dato storico” che prevede la vita di almeno 100 anni dell’immobile. Così, dalla Provincia di Foggia nessun teatro è riuscito a entrare nell’elenco approvato alla Camera dei Deputati.

E’ stato approvato il 3 aprile scorso con 172 si, 46 no e 65 astenuti il testo unificato delle proposte di legge che puntano a dichiarare ‘monumento nazionale’ i teatri italiani. Il provvedimento, che contiene un elenco di 408 teatri ed è stato sostanzialmente riscritto con due emendamenti presentati dalla Commissione Cultura presieduta da Federico Mollicone, passa ora al Senato.

Nel documento approvato, oltre ad un nuovo elenco di 408 teatri (rispetto ai 46 originari), che meriterebbero il riconoscimento di ‘monumento nazionale’, si prevede che possano comunque essere dichiarati tali, “i teatri la cui edificazione risalga ad almeno 100 anni” o quelli “la cui programmazione sia rivolta ad attività di spettacolo dal vivo con il concorso finanziario pubblico”.

Ci sarebbe dovuto essere anche il Mercadante di Cerignola, ma a quanto pare l’istruttoria era carente, almeno a sentire le parole del deputato foggiano Giandonato La Salandra di Fratelli d’Italia: “Altri, tipo il Giordano, per cui c’è il dato anagrafico – prosegue -, dovevano essere oggetto di un’istruttoria, perché per quel riconoscimento devono esserci tutta una serie di considerazioni, ad esempio il particolare valore storico o il pregio architettonico”.

In Puglia sono solo cinque i teatri diventati Monumento Nazionale: si tratta dei teatri Petruzzelli e del Piccinni di Bari, del Teatro Curci di Barletta e dei Teatri Apollo e Politeama di Lecce.

Forse non tutto è perduto: “Per i teatri che non hanno avuto il tempo di avere un’istruttoria, l’articolo 3 apre alla procedura semplificata: se il Comune o anche un’associazione ne fa richiesta, il ministero con decreto riconosce il valore di monumento nazionale. Con questa previsione non serve la legge dello Stato”.



1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Incapaci
2 mesi fa

Da noi non valorizzano nulla perché sono incapaci nel far tutto

1
0
Commenta questo articolox