mercoledì, Giugno 19, 2024
Politica

Persi 5.5 milioni di euro a Cerignola: la spiegazione del GAL Tavoliere

marchiodoc_gal-tavoliere-1

“Come è noto, la Regione Puglia ha recentemente approvato la graduatoria delle Strategie di Sviluppo presentate dai Gruppi di Azione Locali Pugliesi a valere sulle risorse del PSR per il prossimo periodo di programmazione 2023 – 2027. Tale valutazione è stata effettuata sulla base di criteri di selezione che hanno avuto come principale (ed unico) discrimine alcune caratteristiche oggettive dei singoli territori delle Aree GAL, quali, ad esempio, popolazione residente, estensione in kmq, percentuale di spopolamento e la classificazione delle aree comunali come da PSR”.

Il Gruppo di Azione Locale ofantino, che recentemente ha perso fondi per 5.5 milioni di euro insieme al GAL di Manfredonia, illustra le ragioni dello stop ai finanziamenti.

“Appare evidente che questi indicatori non sono in alcun modo collegabili o influenzabili da scelte strategiche ed operative contenute nella Strategia di Sviluppo che il GAL Tavoliere ha predisposto unitamente a tutte le Amministrazioni Comunali che hanno partecipato alle attività di animazione e di ascolto del territorio. È palese che, nell’area di Cerignola e dei 5 Reali Siti, la presenza di forti flussi di immigrazione ha determinato una riduzione del fenomeno di spopolamento delle aree rurali”.

“Appare altresì scontato che un territorio come quello del GAL Tavoliere, una delle aree pianeggianti più estese di Italia, presenti una bassa densità demografica. Questi fattori, assolutamente determinanti ed influenti in base ai criteri di selezione, non possono in alcun modo essere collegati a dinamiche che hanno coinvolto volontà o scelte strategiche del GAL Tavoliere. Al contrario si evidenzia che tutti gli aspetti qualitativi e strategici contenuti nella proposta progettuale hanno ottenuto il massimo del punteggio spettabile, come dimostrato dagli 82 punti richiesti ed ottenuti in sede di valutazione regionale”.

“Resta l’amarezza per l’impossibilità manifestata dal Comune di Orta Nova (commissariato) ad aderire alla compagine societaria del GAL, fattispecie che ha determinato il venir meno di 2 punti di valutazione, e per alcune scelte endo-procedimentali avverso le quali si sta valutando l’avvio di azioni di tutela. Nel contempo si esprime la massima fiducia nell’Assessorato Regionale e nell’operato dell’Assessore Donato Pentassuglia che certamente, in tempi brevi, riuscirà a garantire la piena finanziabilità della Strategia di Sviluppo del GAL Tavoliere, in modo da garantire al territorio pari opportunità ed occasioni di sviluppo rispetto ad altre aree territoriali regionali”.



5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
CerignolanoDoc
6 mesi fa

Le motivazioni portate a discolpa del mancato finanziamento sanno molto di alibi mascherato da incompetenza, approssimazione e sicuramente poco interesse del territorio. Si parla di motivazioni discriminanti come la popolazione residente, l’estensione in kmq, la percentuale di spopolamento e la classificazione delle aree comunali, tutte caratteristiche che nella presidenza di Caira e successivamente del Dr. Giuliano erano identiche. Sarebbe onesto e meritevole di plauso che la dirigenza tutta del GAL Tavoliere desse le dimissioni più che le spiegazioni. Abbiate coraggio, fate la cosa più giusta, lasciate le poltrone.

Ortanova
6 mesi fa

Aspè non ho capito non si sono scomodati a partecipare al bando perché sapevano già di perderlo ????
Ecco questo significa avere il Pd “al comando” sono così abituati a perdere che non si sprecano nemmeno a partecipare

La stella polare
6 mesi fa

Abbiamo le luminarie fatevele bastare

Compagno
6 mesi fa

Prescrizione di Maalox compresse molli al mattino e preparazione H da mettere sul culo
La gelosia vi fa vivere male altro 3 anni così non li reggete

facc tust
6 mesi fa

ciavetruttighigghionn

5
0
Commenta questo articolox