domenica, Luglio 21, 2024
Politica

Bonus energia per commercianti e ristoratori: 500 euro contro il caro bollette

Bonus energia per commercianti e ristoratori: 500 euro contro il caro bollette

Un contributo da 100mila euro per combattere il caro energia e per rispondere all’appello che, a ottobre scorso, i commercianti e i ristoratori di Cerignola hanno lanciato all’Amministrazione Comunale riguardo i disastrosi effetti del caro bollette.

È infatti online sul sito istituzionale del Comune di Cerignola la documentazione per presentare la richiesta di contributo: “Tale erogazione- spiega l’assessore alle attività produttive, Sergio Cialdella- consiste nell’erogazione di una corresponsione economica a fondo perduto, con procedimento a sportello, indirizzato alle attività con sede operativa nel Comune di Cerignola, in possesso dei requisiti”.

Per partecipare al bando è necessaria iscrizione alla CCIAA con posizione attiva e regolare, alla data del presente avviso, e data inizio attività antecedente al 01.01.2022;  i codici Ateco riportati sul sito www.comune.cerignola.fg.it.  Il contributo è disponibile in unica soluzione una tantum pari ad € 500,00.

“Siamo consapevoli di non risolvere i problemi del comparto con una semplice erogazione, seppur a fondo perduto: il nostro – prosegue Cialdella- vuole essere un messaggio di vicinanza chiaro e netto rispetto alle difficoltà che soprattutto negozianti e ristoratori stanno vivendo in relazione al caro energia. È questo ciò che ci è stato chiesto durante la protesta, da noi condivisa, di ottobre 2022. Possiamo dire non solo di aver mantenuto la promessa, ma anche di aver avviato con il Comitato nato in seguito alla manifestazione pacifica un’interlocuzione proficua che si è sostanziata in eventi, iniziative e tavoli tecnici ormai stabili”.

“Quella del caro energia è una problematica molto delicata che riguarda tutta Europa. Il ruolo di un’Amministrazione Comunale – dice il sindaco di Cerignola, Francesco Bonito- è assai risicato in questa vicenda. Nonostante ciò, grazie all’impegno dell’assessore Cialdella, abbiamo reperito dei fondi, che si aggiungono a quelli messi a disposizione dall’assessorato ai Servizi Sociali di Maria Dibisceglia alle famiglie maggiormente in difficoltà nel pagamento delle utenze”.

“In totale – chiosa Bonito- questa Amministrazione è riuscita a destinare 200mila euro per contrastare l’imprevedibile aumento del costo dell’energia elettrica e del gas. L’interlocuzione tra i privati, le attività commerciali e la Pubblica Amministrazione è riuscita a dare i suoi frutti soprattutto nei termini di una programmazione futura condivisa, a partire dalla ridefinizione della Tosap”.

ECCO COME ACCEDERE AL BONUS ENERGIA


5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Sono di sinistra e non condivido
1 anno fa

adesso si danno i soldi a una banda di disonesti ed evasori. Soldi pubblici a quelli che no emettono scontrini e fatture. Parassiti

sommersifinoalcollo
1 anno fa

E’ chiaro che sei un mantenuto del più avaro strozzino che esista : lo Stato Italiano!

Parassita evasore
1 anno fa

Sono un mantenuto di una azienda privata che si spacca la schiena 8ore al giorno in linea di montaggio!! Parassita, evasore e mantenuto!

E io pago!
1 anno fa

Bastardi, siete il cancro dell’economia italiana. Vuoi negare che gli scontrini se ne fanno 1 su 10 e per le fatture Iva sfogliate la margherita? Una si, cinque no, una si cinque no….. e in più pretendete aiuti con i soldi di chi ha pagato tutto.

Vergognati
1 anno fa

Ma non ti fai schifo? Non ti vergogni? Dati ufficiali a fine 2022 dicono che irpef in Italia viene versata dal 55% dai lavoratori dipendenti, il30% dai pensionati e solo il 12% da autonomi, partite Iva ed altro. Questi sono dati ufficiali, un sistema fiscale non può reggere dove 85%delle entrate fiscali e versato allo Stato

5
0
Commenta questo articolox