Enogastronomia e non solo, Maria Nunzia e Francesca alla conquista del Salento

Enogastronomia e non solo, Maria Nunzia e Francesca alla conquista del Salento

Cerignola protagonista al VII Concorso Internazionale Istituti Alberghieri Caroli Hotels di Gallipoli: Maria Nunzia Sforza di 17 anni e Francesca Pia Carlucci di 18 anni, allieve dell’Istituto di Istruzione Superiore “Pavoncelli”, si sono messe in mostra rispettivamente nelle categorie “Enogastronomia” e “Servizi di Sala e Vendita”. Maria Nunzia Sforza in particolare, alla guida del team n.° 4, si è aggiudicata la vittoria della gara di cucina ed è stata premiata con una borsa di studio di 300 euro ed un contratto di lavoro presso una delle strutture della catena Caroli Hotels. Entrambe le studentesse svolgeranno anche uno stage di un mese ed hanno ricevuto un voucher di un week-end in Salento.

Il concorso ha visto la partecipazione di 25 istituti alberghieri provenienti da 5 paesi europei e si è svolto dal 16 al 19 marzo. La ricetta che è valsa la vittoria nella categoria “Gastronomia” è stata l’ombrina alle tre consistenze, vale a dire «tre pezzi di pesce cotti ognuno in maniera differente: fritto, al forno ed in padella», spiega orgogliosamente Maria Nunzia. Una vittoria inattesa? La vincitrice è sincera: «Sì e no. Non abbiamo potuto vedere l’operato degli altri partecipanti, ma avevamo la sicurezza di aver fatto bene, visti i complimenti ricevuti dagli chef».

«Il piatto del mio team era intitolato “fiori di primavera”, un flambé d’ananas con fragole ed aceto di melograno – dice Francesca – Abbiamo avuto alcune difficoltà perché abbiamo voluto seguire la decisione di un membro del mio team che ha voluto accompagnare il piatto con un liquore invece che con un vino, sbagliando. Inoltre, eravamo l’ultimo team in gara e siamo ritrovati con pochi ingredienti da poter usare. Pur non vincendo, rappresentare l’istituto è per me un grosso traguardo», dice Francesca.

Maria Nunzia e Francesca sono nell’ordine al quarto ed al quinto anno di studi ed ascrivono molti meriti dei risultati raggiunti ai loro insegnanti, in special modo ai professori Marco Travaglio ed Urbano D’Agrippino, che le hanno scelte ed accompagnate a Gallipoli: «Circa tre mesi fa, il prof. Travaglio mi disse di avermi preso in considerazione per un progetto. Io pensavo che fosse uno stage, poi vengo a sapere di dover andare a Gallipoli!», racconta divertita Maria Nunzia. Anche Francesca sorride: «Io sono stata scelta perché sono una persona molto precisa. Il mio professore voleva fare bella figura e mi ha detto “Vieni a Gallipoli!” Io ho accettato subito», dice senza falsa modestia.

Il futuro è davanti a loro e sta per arrivare il momento di decidere come proseguire gli studi: «Io sono indecisa tra la pasticceria e l’Alimentazione per fare la nutrizionista – dice Francesca – anche propendo per quest’ultima». Anche Maria Nunzia non ha ancora scelto: «Intanto, valuterò cosa fare quest’estate. Dopo la fine degli studi, deciderò se specializzarmi in Cucina o Sala o se fare tutt’altro».

Giovanni Soldano


0 0 votes
Article Rating

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta questo articolox