domenica, Luglio 14, 2024
Sanità

Puglia da oggi in zona Gialla: ma nessun limitazione per i vaccinati

Marchiodoc - Puglia Zona gialla

La Puglia da oggi è zona gialla. La nuova classificazione – annunciata da giorni visto l’andamento dei contagi – è stata stabilita in base al monitoraggio settimanale dei contagi e all’indice di occupazione dei posti letto negli ospedali della regione, che ieri ha raggiunto quota 14% nelle Rianimazioni Covid e il 24% nei reparti di area medica (Pneumologia, Malattie infettive, Medicina interna). Cifre ben oltre la soglia critica che decreta il passaggio dalla zona bianca a quella gialla.

La nuova classificazione però, almeno per i pugliesi vaccinati, non comporta variazioni per le attività consentite e quelle vietate o condizionate. C’è però l’obbligo per tutti di indossare la mascherina all’aperto anche oltre il 31 gennaio (termine stabilito nel decreto varato dal governo prima di Natale). Bar, ristoranti, teatri e cinema saranno aperti come prima, con la stessa capienza normale: ma, come in zona bianca, all’interno può sedersi solo chi ha il Green Pass rafforzato. Con questa norma sono state evitate riduzioni o chiusure. Nessun limite agli spostamenti.



2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
priso
2 anni fa

che bello, nessuna limitazione per noi vaccinati con tripla dose……..che bello ……..che fortuna…… siamo proprio fortunati. Grazie al nostro governo possiamo circolare e fare quello che vogliamo con il SUPERGREENPASS…..che bello. UN GRANDE Grazie va alla scienza che ci ha messo a disposizione questo miracoloso vaccino, contro questo virus mortale, anche se dicono sperimentale (ma io non ci credo) con 3 dosi in meno di un anno, posso essere contagiato, posso contagiare ma non muoio, non vado in ospedale…..e’ bellissimo tutto questo. I nostri politici ci vogliono cosi bene che se non prendiamo questo miracoloso vaccino, ci tolgono lo stipendio…..come… Leggi il resto »

Fammi sapere
2 anni fa
Reply to  priso

Sarcasmo inutile e dannoso. La comunicazione istituzionale è stata a dir poco fallimentare e come spessissimo accade in Italia le cose si fanno a cazzo di cane. Il vaccino non ha mai escluso il contagio così come quello influenzale ma preserva certamente dalla ospedalizzazione a meno che tu non abbia 80/90 anni e patologie pregresse. Siamo tutti allenatori di calcio, virologi, infettivologi, ma i dati di ospedalizzazione sono lì a dimostrarlo. Io ho fatto 3 dosi come moltissimi e non credere che non sia preoccupato ma senza averne obbligo L ho fatto e ti posso assicurare che non sono un… Leggi il resto »

2
0
Commenta questo articolox