sabato, Aprile 20, 2024
Politica

Bonito detta la linea per “l’ultimo assalto”: apre a Sgarro e lancia la sfida a Metta

Bonito detta la linea per "l'ultimo assalto": apre a Sgarro e lancia la sfida a Metta

Sì alleanze diffuse in nome della legalità, no al poltronificio dell’apparentamento tecnico. Francesco Bonito traccia una linea sugli ultimi dieci giorni di campagna elettorale: si vota il 17 e 18 ottobre per il ballottaggio e queste sono ore decisive per definire la strategia vincente. Aprire a Sgarro (“gli telefono domani e chiederò un incontro “) ma il campo dovrà essere inevitabilmente allargato perché gli schieramenti contano poco quando di fronte c’è una giunta sciolta per mafia.

“La Maggioranza di Cerignola è quella degli onesti. Chiamo Cerignola ad un voto di salute pubblica. Mi rivolgo a tutta la mia città pulita onesta e laboriosa, da una parte noi, centrodestra, centro e sinistra, e dall’altra Franco Metta e la congrega di malavitosi”.

Per questo l’appello va a chi non è arrivato al ballottaggio, destra e sinistra. Poi, il capitolo Sgarro: “Non possiamo non essere attenti a quello che è stato il risultato elettorale: in questa competizione c’é stata una dolorosissima divisione. Il centrosinistra- ha detto Bonito- ha avuto un larghissimo consenso ma sul piano democratico si è tramutato in debolezza perché ci siamo presentati divisi. Riconosco a Sgarro un risultato importante, parte cospicua della sinistra ha votato per lui, però Sgarro con identica onestà deve riconoscere che la maggioranza si è schierata con me. Allora, se vogliamo bene a Cerignola, se vogliamo onorare nostro sentire politico ci dobbiamo adoperare in ogni modo perché al prossimo appuntamento la sinistra sia unita, coesa e compatta. Ora dobbiamo dare una sonora lezione a Franco Metta e a tutto quello che rappresenta”, ha spiegato Bonito.

Ma come farlo? “Preannuncio che domani chiamerò Sgarro e gli chiederò di adoperarsi con me affinché ci si presenti tutti Uniti. Mi auguro che Tommaso comprenda la delicatezza del momento e abbia a cuore il momento decisivo della città e della sinistra”, ha incalzato Bonito

Quindi il sì ad alleanze, ma il no al poltronificio dell’apparentamento: “Analogo appello all’unità l’ho fatto in estate attraverso video. Tommaso mostrò di non comprendere a pieno ciò che dicevo. Oggi questo pensiero lo rendo ulteriormente più chiaro. Tommaso non deve leggere mie parole come lesse quel messaggio in estate accusandomi di aver paura di perdere le elezioni, che invece noi non abbiamo perso. Non ho parlato di poltrone e di incarichi allora e non ne parlo adesso. Parlo di politica alta, nobile vincente, degli onesti. Da un giovane che crede nella politica mi aspetto espressione di lealtà”, ha auspicato Bonito.

“Le Grandi questioni devono essere affrontate col massimo coinvolgimento. La volontà di incontro e partecipazione convinta non può significare apparentamento con chicchessia. Dico questo perché intendo rispettare i termini democratici del responso popolare. Con l’apparentamento significa inserire in maggioranza altre forze politiche, e questo non me lo consente la lealtà e non è questione di dividere assessorati, ma di ridurre invece il valore dell’attività politica di chi consapevolmente ha combattuto questa battaglia. Per il resto non è un dato formale che può impedirci di parlarci, con Tommaso, De Cosmo, Giannatempo e con tutti quelli che hanno a cuore le sorti città. Non vogliamo tornare indietro”, ha concluso Bonito.



Subscribe
Notificami

6 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Gianni
2 anni fa

Sinceramente non pensavo questo Bonito potesse essere cosi ingenuo. Ma davvero fai? Cioè vuoi che tutto il civismo di sgarro ti appoggi fornendoti i numeri per battere Metta e in cambio non rimoduli il consiglio che sarà? Da che mondo e mondo se tu grazie a me vai sul trono mi devi un favore amico caro perchè come si dice a ccà nisciun è fess. A meno che non credi veramente di avere a che fare con dei fessi. Il paese praticamente è consegnato a Metta e company. E a questo punto è pure giusto che sia cosi, chi è… Leggi il resto »

Deviante Baresi
2 anni fa

Franco Metta smettila di ingannare Cerignola.
Il tuo bacino di voti non è Cerignola intera.
Parlaci degli assessori scomparsi.
Parlaci del caos monnezza.
Parlaci degli appalti invece di commentare la partita del Cerignola.
Parlaci di come risolverai i furti d’auto e gli assalti ai portavalori….
E tanto altro avvolto nel mistero della sua SETTA.

Bruca caprone
2 anni fa

Ignorante! Cosa c entra il sindaco con i blindati ed i furti di auto?
Parli senza capire un cavolo.
La competenza in materia di ordine pubblico è demandata in via esclusiva al vice questore ed alle forze dell’ordine militari, Carabinieri e GDF.
Il sindaco in merito ha solo facoltà di impulso e null’altro.
Devi studiare prima di sparare cazzate ignorante.

Disantino
2 anni fa

Bonito devi contattare il piccolo divittorio solo lui può aiutarti a vincere questa battaglia… Forza avvocato del popolo ti vogliamo in comune

Avvocato
2 anni fa

Bonito ha già vinto… E lo farà senza sgarro e contro Metta

Ospite
2 anni fa

Da un punto di vista della comunicazione politica, mi dispiace scriverlo, ma Bonito è un disastro e lo è stato per tutta la campagna elettorale con uscite pubbliche che sono state dei veri e propri autogoal. Anche il tono di questo “invito” a Sgarro non è dei migliori con inviti alla “lealtà” (lealtà a chi?) e accuse di “non comprendere…”. Insomma, se qualcuno gli segue la comunicazione andrebbe licenziato, se fa tutto da solo…che qualcuno gli dia un consiglio utile

6
0
Commenta questo articolox