Leggi il Labiale | Le comunali e chi è chi

Comunali 2021, ep. 1

Tra cinque mesi o giù di lì Cerignola tornerà alle urne e sullo sfondo della sfida si stagliano le stesse figure che si contesero la poltrona di sindaco nel 2015. Vale a dire Franco Metta, il civico per definizione, e Tommaso Sgarro, all’epoca alfiere del centrosinistra e oggi civico d’adozione. Gli altri, i partiti, aspettano con le loro liturgie di poter esprimere sfidanti competitivi.
Freme il Pd, che, con la pendenza elettorale di Teresa Cicolella per la riconquista del seggio regionale, spera di poter proporre candidati con beneficio di relazioni. I 5stelle, o quelli che dicono di esserlo, sotto lo schiaffo della assessora regionale Rosa Barone, potrebbero, vista la loro irrilevanza, convergere su Sgarro.
Nel centrodestra l’ebollizione è lo stato d’animo diffuso. All’ipotesi dell’eterno ritorno di Antonio Giannatempo, antiche ambizioni e nuovi desideri coinvolgono molti. D’altronde, quasi 30 anni di amministrazione tra governo e opposizione ha fatto crescere figure che credono al salto di qualità. C’è ovviamente Gianvito Casarella, ma anche Antonio Grillo e perché no Vincenzo Specchio che, dopo l’adesione mettiana, ha sposato la causa della Lega, per finire a Luca Reddavide, espressione di quel mondo solidale csempre generoso di consensi.
Di altro rilievo le corse solitarie di Francesco De Cosmo e Francesco Di Santo, mentre pittoresca è quella di Gerardo Tarantino.
Come andrà a finire? Se si votasse domani, dice un imprenditore agroedile molto attento alle cose della politica “Metta vince al primo turno”. Sic transit.

0 0 votes
Article Rating
5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
#vadoacacareepoivoto
3 mesi fa

M venn u scitt. Facem a timb a cambie’ paess

Claudio
3 mesi fa

Hai proprio ragione.

Patrissio
3 mesi fa

Se vince Metta è meglio fuggire da Cerignola, sarebbe peggio della pandemia.

Claudio
3 mesi fa
Reply to  Patrissio

Hai ragione , speriamo che trovino un vaccino.
Mi preoccupano le varianti , e a Cerignola non mancano.

Michele
3 mesi fa

Non c’è neanche un soggetto o gruppo che può ritenersi affidabile.
Cerignola, fino a quando le leggi permetteranno impunità, non cambierà mai niente.

Mi dispiace ma voterò altro.

Questi sono solo parassiti che vogliono solo lo stipendio fisso.

Nessuno ha intenzione di cambiare in meglio la città.

error: Marchiodoc.it ®
5
0
Commenta questo articolox
()
x