Cerignola, allenamenti in palestra e cena al ristorante: sanzioni

Proseguono i controlli del territorio da parte dei finanzieri del Comando Provinciale di Foggia, sotto il coordinamento della Questura, volti a reprimere i traffici illeciti e i comportamenti in violazione delle norme introdotte dal Governo per limitare i contagi del virus SARS-CoV-2 e fronteggiare lemergenza sanitaria nazionale.
Nellultima settimana i controlli ad ampio raggio eseguiti dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Cerignola e Manfredonia per far rispettare le norme anti contagio hanno permesso di sorprendere numerosi soggetti che hanno violato i divieti di assembramento o di apertura di attività imposti dal Governo, da ultimo con il D.P.C.M. del 2 marzo 2021, e dallAutorità di Governo regionale e locali.
Nella città di Cerignola è stata individuata una palestra allinterno della quale quattro persone facevano attività sportiva nonostante lobbligo di chiusura.
I finanzieri dello stesso Reparto hanno scoperto sulla Strada Statale 16, tra Cerignola e Stornara, un ristorante aperto al pubblico, allinterno del quale nove avventori, seduti al tavolo, stavano consumando la cena, violando le norme che prevedono per le aree in zona rossa il solo asporto o la consegna a domicilio.


Altre tre contestazioni sono state redatte nei confronti dei titolari di altrettanti distributori di bevande e alimenti automatici h24 operativi nella città di Cerignola che non avevano rispettato gli orari di chiusura imposti dallordinanza sindacale del 15 marzo 2021.
Infine, militari della Compagnia di Manfredonia, durante un controllo del territorio di Monte SantAngelo, hanno scoperto allinterno di un locale, il cui accesso era ostruito da una saracinesca calata a metà, sei persone, che non indossavano dispositivi di protezione personale, intente a giocare a carte e a bere sostanze alcoliche.
Alla irrogazione di sanzioni amministrative da 400 a 1.000 euro, proposte per tutti gli avventori e i titolari delle attività controllate, si sono aggiunte le proposte per l’applicazione della sanzione accessoria della chiusura temporanea degli esercizi visitati, su cui l’Autorità prefettizia adotterà le proprie determinazioni.
Le attività di controllo del territorio verranno intensificate, su coordinamento della Prefettura e della Questura di Foggia, nei prossimi giorni, anche in ragione delle imminenti festività pasquali.

0 0 vote
Article Rating
2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
E che cazz
15 giorni fa

Alcune palestre sono aperte da oltre un Anno e nessuno, ripeto nessuno, è mai andato a disturbare… Come mai? In realtà sono tutti aperti, a mezza serranda, negozi, gioiellerie, ecc ecc e la gente entra e compra come è giusto che sia; dico questo perché i controlli non sono MAI ESISTITI ed ora muovono un po’ le acque giusto per non far vedere che non fanno niente se non andare in giro a coppie e prendere caffè al solito bar.. Le leggi vanno fatte rispettare e la mancanza di controlli incentiva le violazioni. Tanto..chi sta a stipendio il fine mese… Leggi il resto »

Claudio
14 giorni fa

Sì penalizzano i piccoli esercenti, si penalizzano coloro che vogliono trascorrere qualche ora in allegria.
Però si permette di prendere l’aereo anche spostandosi fuori regione per andare in vacanza all’estero.
Certo che il nostro è davvero un paese strano.
Chi ha i soldi in questo periodo prende l’aereo e se ne va in vacanza all’estero.
Al ritorno solo 5 giorni di quarantena.
È davvero un’offesa a tutti coloro che non possono farlo e per di più devono pure restare chiusi un casa , o al massimo fare il giro dell’isolato dove abitano.
È una vergogna e una ingiustizia.

error: Marchiodoc.it ®
2
0
Commenta questo articolox
()
x