Canosa: arrestato 20enne che beffava sacerdoti e suore per estorcere denaro

Marchiodoc – Truffa Clero

Negli ultimi anni era riuscito a raggirare diverse persone, anche se il suo target preferito erano gli uomini e le donne del clero. Dopo 2 anni, però, la carriera da truffatore di un 20enne di Andria, si è però fermata a Canosa dove il giovane per è stato denunciato per truffa aggravata e sostituzione di persona.

La tecnica utilizzata è semplice quanto efficace: il ragazzo, una volta puntata la “preda”, acquisiva le informazioni su conventi, chiese e parrocchie su internet per poi concentrarsi sui prelati che le gestivano. Spacciatosi per un ragazzo in difficoltà o addirittura come sacerdote e dopo aver conquistato la loro fiducia, il truffatore partiva con le richieste di denaro, a volte per sollevare la disagiata posizione sociale (quando vestiva i panni del ragazzo in cerca di lavoro) altre per portare a termine opere caritatevoli o altri scopi nobili (quando vestiva i panni di sacerdote). I soldi venivano poi versati dalle ignare vittime sulla carta prepagata del ragazzo o sulla sua carta di credito.

Il giovane, che era già gravato da un misura cautelare emessa dal Tribunale di Genova a seguito di un raggiro consumato in danno di alcune suore di un convento, è stato denunciato: le forze dell’ordine gli hanno sequestrato i suoi telefoni cellulari, la Postepay utilizzata per ricevere gli accrediti di denaro ed una parte del bottino.

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x