Recovery Fund, la scommessa delle infrastrutture nella Capitanata

Recovery Fund, la scommessa delle infrastrutture nella Capitanata




Si è tenuto, in videoconferenza, l’incontro sul Recovery Fund che il Presidente della Provincia, Nicola Gatta, nel suo intervento introduttivo, ha definito essere un’occasione irripetibile per lo sviluppo del Paese e della Capitanata in particolare. Le ragioni che lo hanno portato alla convocazione di tutti gli attori istituzionali del territorio e delle associazioni sindacali e datoriali, risiedono nell’esigenza di concertare  una programmazione di opere strategiche e subito cantierabili da presentare al Governo centrale.

Il Presidente Gatta ha dichiarato: “Il nostro contributo può aiutare a facilitare la partecipazione dal basso in questa fase così delicata. Prima di tutto gli investimenti devono avere come obiettivo l’aumento del tasso di crescita esponenziale e di lungo periodo, privilegiando processi di sviluppo duraturi. Una strategia lungimirante deve puntare su una visione innovativa che metta al centro il capitale umano, sociale, culturale e naturale, tutti elementi insostituibili di benessere. Il nostro faro dovrà essere la transizione industriale eco-compatibile, puntando su una maggiore efficienza nell’uso di energia e risorse, soprattutto, occorre puntare sulla digitalizzazione. Nella nostra provincia c’è una priorità assoluta che è quella delle infrastrutture, abbiamo bisogno di completare due assi viari strategici: Regionale 1,  per dare un futuro ai comuni delle aree interne dei Monti Dauni e completamento della Garganica (Vico del Gargano- Mattinata) per rilanciare e il distretto del turismo garganico e finanziarlo in modo da offrire servizi per un’offerta turistica migliore. Abbiamo bisogno di completare gli schemi idrici della provincia di Foggia con la realizzazione della Diga di Piano dei Limiti”. 

Hanno partecipato alla videoconferenza: il Sindaco di Foggia, Franco Landella; i Parlamentari, Marco Pellegrini, Maria Luisa Faro, Giorgio Lovecchio; l’Europarlamentare, Mario Furore; i Consiglieri regionali, Rosa Barone, Giandiego Gatta, Paolo Dell’Erba e Antonio Tutolo; il Presidente del Parco del Gargano, Pasquale Pazienza; il Presidente dell’Asi, Agostino De Paolis; il Presidente reggente Confindustria, Eliseo Zanasi; il Presidente Area interna Monti Dauni, Michele Dedda; il Presidente Area interna Gargano, Michele Di Pumpo; il Presidente del Consorzio di bonifica del Gargano, Giovanni Terrenzio; il Presidente della Camera di Commercio, Damiano Gelsomino; il Presidente di Confagricoltura, Filippo Schiavone; il Presidente PMI Confartigianato, Vincenzo Simeone; il Segretario generale UGL, Gabriele Taranto; il Direttore Coldiretti, Marino Pilati; il Direttore CIA Foggia, Nicola Cantatore; il Direttore Consorzio di bonifica di Capitanata, Raffaele Fattibene; la Vice direttrice Confartigianato, Alessia Di Franza.

Nelle sue conclusioni, il Presidente Gatta ha sottolineato che occorre creare un gruppo di lavoro tecnico, con il coinvolgimento dei tecnici dei vari Enti e dell’Università di Foggia, e che nella prossima riunione partecipi un numero ristretto di attori istituzionali per rendere più agevole il loro apporto. 





0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x