Psicosi da Coronavirus, i casi di Bari e Foggia sono negativi



L’avanzata in Cina del Coronavirus porta ad inevitabili allarmismi anche in Italia, dove si moltiplicano le segnalazioni su presunti casi di contagio del virus: al momento tutti gli accertamenti del Ministero della Salute hanno dato esito negativo. C’è però preoccupazione per la patologia sviluppatasi a Wuhan.

Momenti di apprensione ieri mattina, infatti, in treno per un uomo di 38 anni che, accusando un malore, ha temuto di potere essere stato contagiato dal coronavirus essendo stato recentemente in Cina.



L’uomo, residente nel barese, viaggiava a bordo del treno Frecciabianca proveniente da Roma e diretto nel capoluogo pugliese. Durante la corsa ha accusato capogiri e mal di pancia e si è rivolto al capo treno. Il viaggiatore era particolarmente agitato perché riteneva di essersi contagiato con il coronavirus durante un viaggio effettuato pochi giorni prima in Cina.

Giunto all’altezza della Stazione Ferroviaria di Foggia, intorno alle ore 10,50, veniva fatto scendere dal treno e veniva visitato da personale del 118 fatto intervenire immediatamente sul posto. In una cornice di sicurezza garantita dal personale della Polizia Ferroviaria, i sanitari hanno potuto visitare l’uomo che già da un primo esame non presentava i sintomi del virus bensì quelli tipici di un attacco di panico.

Comunque, per maggiore precauzione, è stato trasportato in Ospedale ove è stato applicato il protocollo operativo per lo screening del coronavirus risultando non contagiato e, verso sera, è stato dimesso.



Nel frattempo, a seguito di accertamenti, sono emersi ulteriori elementi fattuali a sostegno della assenza di contagio. Difatti, è stato appurato che l’uomo aveva visitato una zona della Cina non contaminata dal virus e che, durante il viaggio in estremo oriente, aveva sempre indossato precauzionalmente una mascherina. Inoltre, durante il volo di rientro in Italia, in uno scalo tecnico effettuato presso l’aeroporto di Mosca, era stato già controllato, unitamente agli altri passeggeri, dalle autorità sanitarie russe che avevano escluso alcuna forma di contaminazione.

L’altro caso riguarda una paziente in Salento, trasportata d’urgenza presso il policlinico di Bari. Secondo quanto riporta il Nuovo Quotidiano di Puglia la donna sarebbe andata al Pronto Soccorso di Lecce lamentando i sintomi del Coronavirus e avrebbe riferito di essere stata a Roma, nei giorni precedenti, dove avrebbe incontrato alcuni connazionali rientrati dalla Cina. Dai primi accertamenti, anche in questo caso, si apprende che gli esiti riguardo il contagio sono negativi.



0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x