La TARI potrebbe rimanere invariata nonostante il caos differenziata


rifiuti in strada 2
rifiuti in strada 2

La rimodulazione dei costi della differenziata non partita potrebbe intervenire sul costo della TARI? La risposta non è così semplice, anzi. Perché, con ogni probabilità, non ci sarà alcuna variazione della tassa come invece aveva dichiarato il consigliere Tommaso Sgarro.

Andiamo con ordine. Ad inizio novembre il dirigente del settore ambiente del comune di Cerignola ha contestato a SIA srl servizi mai effettuati in relazione alla differenziata che, com’è noto, non è mai partita. La contestazione è arrivata direttamente agli uffici di Forcone Cafiero, anche se fino ad oggi non sia mai stato eccepito nulla nonostante i palesi disservizi. Con determina di qualche giorno fa è stato decurtato il costo di 1.4 milioni per la differenziata, mai effettuata.



Quei soldi, però, sono stati dirottati sul capitolo “CISA”, ossia verranno dati alla società tarantina presso cui oggi vengono trasferiti i rifiuti cerignolani. Risparmio? Non è detto, visto che, non essendoci stata differenziata, è aumentata di conseguenza la mole di rifiuti da trasferire in discarica, quindi quel taglio è servito per coprire un “buco” sorto da previsioni non corrette che attestavano un abbattimento di immondizia per il 30%.

Rimane però intatto il punto politico: ad oggi s’è pagato per un servizio mai svolto, ossia la differenziata.



0 0 vote
Article Rating
5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
ma serio
1 anno fa

quindi ennesimo flop di tommasino?

michele
1 anno fa

certo potrebbe essere anche un flop di Tommaso Sgarro, ma ciò che non si vede e non si pensa è che stiamo pagando per un servizio non reso per colpa di Franco Metta che ha sbagliato su tutti i fronti per quanto riguarda i rifiuti

mala tempora currunt
1 anno fa

Metta non avvia la differenziata e fa fallire sia …
Sgarro non si accorge che quei soldi sono solo spostati e nn ci sarà diminuzione di tari…
ma che peccat abbiamo fatto per meritarci questa classe dirigente…?

Gino
1 anno fa

Si chiama “fuga di cervelli”. Ne hai mai sentito parlare? È quando in massa un sacco di giovani emigrano al nord o all’estero perché non sono raccomandati o paraculi. Questo è il risultato: resta solo il paraculo e nella stragrande maggioranza dei casi è anche mediocre in tutto.

Progressista
1 anno fa

Io credo che Cerignola potrà risollevarsi e tornare alla normalità solo con la candidatura dell’ex magistrato Bonito alle prossime amministrative. Non solo per la sua esperienza politica, ma anche e soprattutto per la indiscutibile garanzia di legalità derivante dalla sua pluriennale carica istituzionale all’interno della magistratura.

error: Marchiodoc.it ®
5
0
Commenta questo articolox
()
x