La Polizia stradale cerca casa a Cerignola


La polizia stradale cerca casaNota del Prefetto per trovare una nuova sistemazione “in tempi ragionevolmente stretti”.

La polizia stradale, tramite la Prefettura, cerca una nuova sede a Cerignola. È questo il contenuto di una missiva prefettizia con la quale si avvia una “indagine di mercato per l’individuazione di uno stabile da adibire a sede del distaccamento Polizia Stradale di Cerignola”. La ricerca andrà avanti ancora in “tempi ragionevolmente brevi” ed è per questo che i “proprietari degli stabili, ove interessati, potranno presentare un0articolata proposta entro il 10 giugno del 2019”.


“L’indagine di mercato avviata con il presente avviso – si legge nella nota prefettizia – non costituisce impegno alcuno per l’amministrazione, che si riserva di valutare insindacabilmente l’opportunità di avviare o meno una formale trattativa per la stipulazione del contratto di locazione, subordinata, comunque, all’acquisizione di espresse autorizzazioni del Ministero dell’interno e dell’Agenzia del Demanio”. Stringenti i criteri per la creazione della nuova sede della polizia stradale di Cerignola, che ora si trova fuori dal centro abitato, sulla strada provinciale ex 98 che collega a Canosa di Puglia. Il canone passivo da corrispondere è pari a 24 mila euro.

marchiodoc_polstrada
Distaccamento Polstrada

Il dibattito sull’organizzazione delle sedi delle forze dell’ordine ha toccato in più riprese Cerignola, anche durante diverse consiliature. Quando a rimanere senza dimora fu la polizia di stato, infatti, da più parti si avanzò la proposta di fittare l’ex tribunale agli agenti. In questo senso si sviluppò l’azione amministrativa dell’ex sindaco Antonio Giannatempo; successivamente, sotto l’amministrazione Metta, l’ex tribunale è diventato un laboratorio urbano scatenando le proteste delle opposizioni politiche e parte della società civile, e quella che doveva essere una soluzione temporanea per la Polizia di Stato, in via Jesolo, è diventata un’opzione definitiva.

A gravare sulla scelta di dirottare l’ex tribunale a laboratorio urbano è stato – come ha informato l’assessorato alle politiche giovanili – anche il costo complessivo dei lavori per un’opera di manutenzione e riammodernamento della struttura, ritenuto spropositato per l’ente pubblico (si parlava di 3 milioni di euro).  Archiviata la vicenda del commissariato, adesso è la Polizia Stradale a cercare una nuova casa per il nuovo distaccamento. Ampi gli spazi previsti: attualmente la Polstrada occupa uno stabile con 350mq e 983 di superficie scoperta. In totale sono 15 gli addetti chiamati a svolgere la loro attività a Cerignola e che presto – è l’auspicio – dovranno trasferirsi altrove. 

Michele Cirulli




0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x