Rotatoria in via Bologna, stop ai lavori ma “”nessun cunicolo””

“”I lavori della nuova rotatoria delle Dieci Fontane non sono stati interrotti, è normale prassi, vanno fatti dei calcoli per poi finire di scavare. Non è vero che siano stati fermati a causa della scoperta di un cunicolo””. L’assessore ai lavori pubblici Tommaso Bufano spegne sul nascere le polemiche nate intorno alla nuova piazzetta/rotatoria su cui sarà  ubicato, a partire dal prossimo 3 novembre, il murale “”Giuseppe Di Vittorio e la condizione del mezzogiorno””.

La nuova rotatoria, di un diametro di circa 20 metri, è al momento un cantiere aperto ed è in quel luogo che, come preannunciato nella conferenza di presentazione del 6 luglio, verrà  allocata l’opera d’arte commissionata nel 1975 al maestro Ettore De Conciliis. Su come effettivamente sarà , però, c’è un interrogativo in quanto “”non c’è ancora un progetto definitivo, abbiamo gettato solo le basi, è in corso d’opera””.

“”Un anno fa – continua Bufano- su Piano San Rocco abbiamo trovato un tronco fognante che proseguiva fino alla villa comunale, ma presentava diverse interruzioni lungo il suo percorso. Tra l’altro quella della nuova rotatoria non è una zona rintracciata dalla Soprintendenza dei Beni Culturali””. La notizia della scoperta di un possibile cunicolo che avrebbe rallentato gli scavi, tanto da determinarne il temporaneo stop, si è diffusa rapidamente anche se dall’amministrazione comunale – per bocca del titolare della delega a urbanistica e lavori pubblici- informano: “”Del cunicolo non ne sappiamo niente””. Non sarebbe comunque una novità , quella della scoperta di vie sottoterra, perchà© soprattutto in zona Terra Vecchia, e nelle parti più antiche del centro ofantino, esiste un vero e proprio labirinto di gallerie e tunnel sotterranei. Non sarebbe questo il caso, però, a sentire l’assessore Bufano.

La gara per la costruzione della nuova rotatoria, aggiudicata il 28 aprile del 2016, è il fulcro di diversi interrogativi perchà© l’intervento, inquadrato all’interno delle attività  che regolano l’istituzione della zona a traffico limitato, non troverebbe corrispondenza in atti pubblici almeno nella parte riguardante il progetto, che al momento rimane ignoto. Nel frattempo il cantiere ha nuovamente – seppur temporaneamente- limitato la viabilità  su via Bologna, già  al centro di sostanziali modifiche con l’istituzione delle isole pedonali e delle zone a traffico limitato.
Anche la Sovrintendenza pare non sia stata interessata dai lavori di recupero che porteranno in quel perimetro il Murale di Di Vittorio. Proprio la settimana scorsa l’amministrazione comunale ha preannunciato la serie di eventi e di interventi che avvicineranno alla data di presentazione dell’opera d’arte all’interno della rotatoria che farà  da raccordo tra Via Bologna, via Fratelli Rosselli e via Consolare. Nel mezzo, un ricco cartellone di eventi il cui percorso è tuttavia aperto. “”Stiamo lavorando in sinergia con Assessorato alla Cultura e ai Lavori Pubblici”” fa sapere il vicesindaco Pezzano, “”ma quello avviato è di fatto un grande cantiere, aperto a chiunque voglia dare il proprio contributo, non ultimo il mondo della scuola e del terzo settore, che coinvolgeremo già  a partire da settembre””.
Michele Cirulli

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x