Metta: “”La giunta non si tocca””. Paparella: “”Ok al bilancio, ma valutiamo appoggio esterno””

Franco Metta sfiderà  Federazione Civica in consiglio comunale, ma Paparella fa sapere che il voto sul bilancio è garantito. In una intervista il primo cittadino definisce la situazione da “”dilettanti allo sbaraglio”” e segna il percorso che vi sarà  nelle prossime ore: consiglio comunale, nessuna modifica in giunta ed eventualmente nuova ricandidatura se non vi saranno i numeri per proseguire.

“”Farò un discorso politico. Ovviamente se non avrò i numeri non esiterò ad andare a casa, ma certamente non mi ritirerò s vita privata: dal giorno dopo ricomincerò una nuova campagna elettorale per chiedere alla mia città  di farmi concludere almeno un primo mandato. E di giudicarmi all’esito di quello”” dichiara il sindaco a Foggiatoday.

Dal fronte Federazione Civica è Leonardo Paparella ad indicare, invece, quale sarà  la strada del suo gruppo in vista del bilancio consuntivo, su cui tra l’altro pende un ultimatum della Prefettura: “”Voteremo il bilancio perchà© è un atto dovuto nei confronti della città , ma stiamo valutando tutte le ipotesi, compreso l’appoggio esterno a partire da giovedì. Non siamo legati alle poltrone, a differenza di chi nel corso della sua vita politica ha dimostrato invece di essere legato alle cariche, ma non siamo nemmeno ricattabili””, attacca il presidente del consiglio.

“”Non abbiamo chiesto la testa di nessuno, possiamo anche rendere pubblico il documento che abbiamo inviato al sindaco. Se Metta è convinto che non vi sarà  bisogno di nessun ritocco in giunta, se ne assuma le responsabilità . è troppo comodo oggi attaccarci, ma non accettiamo provocazioni: in fondo a chiedere la testa di qualcuno è stata la Cicogna, non Federazione Civica””, aggiunge Paparella, la cui posizione di presidente del consiglio era stata messa in discussione proprio dai cicognini. “”Quando avranno 13 firme potranno sfiduciarmi e mi farò da parte””. Ora però ce ne sarebbero appena 8.

“”Non credo sia uno scandalo chiedere una verifica di giunta dopo due anni di mandato. Il sindaco non è d’accordo? Bene, vada per la sua strada, noi non abbiamo messo mai in discussione la vita di questa amministrazione e non abbiamo ricattato nessuno. Al contrario sono stati i cicognini, a turno, a ricattare il sindaco con le assenze””, prosegue Paparella.

In questa crisi di governo Federazione Civica va incontro allo sfascio, perdendo presumibilmente due componenti quali il vicesindaco Rino Pezzano e l’ex capogruppo Ale Frisani, fedeli alla linea del primo cittadino: “”Prendiamo atto di non avere più assessori in giunta, visto che qualcuno si è comportato da cicognino mascherato””, dice senza mezzi termini Paparella. In mattinata Pezzano ha comunicato via social: “”Tradito da chi non ha avuto il coraggio di assumersi la responsabilità  delle proprie azioni. La pochezza del comportamento assunto non merita altro commento. Sono sereno. Il mio anno di intenso lavoro è nelle mani del sindaco e della città “”.

Dunque il voto di Federazione Civica in consiglio è garantito. La maggioranza, come avevamo preannunciato, rimane nelle mani di Franco Metta. L’immediato futuro è la vera incognita: come si comporteranno Paparella e i suoi? Provvederanno a fornire un appoggio esterno? La discussione è in corso.

In cantiere, fanno sapere da FC, ci sono provvedimenti quali l’ampliamento del Monterisi e la costruzione della casa dell’immigrato a Tre Titoli. Non è da escludere che da giovedì si potrà  dar battaglia su ogni provvedimento.
Michele Cirulli

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x