Furti ed evasione dai domiciliari: 4 arresti

Ancora furti all’interno di fabbriche dismesse. Solo nell’ultima settimana, nell’ambito del territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Cerignola, si sono verificati due episodi, uno a Trinitapoli e uno ad Ascoli Satriano, conclusisi con il recupero della merce e con l’arresto dei quattro responsabili.

Questa volta è capitato a Candela, dove i Carabinieri della locale Stazione, nel corso di servizi perlustrativi in zone rurali, finalizzati alla repressione di furti in campagna e in stabilimenti in disuso, hanno tratto in arresto LIGURAR IRINEL, cl. ’92, pregiudicato, e DRAGOI CONSTANTIN, cl. ’72, incensurato, entrambi di origini rumene.

In particolare, i militari, nel transitare in località  “”Serra””, hanno notato un’autovettura parcheggiata all’esterno di un capannone, carica di materiale ferroso vario. I Carabinieri hanno quindi deciso di entrare nell’immobile, dove hanno sorpreso sorpresi i due malfattori mentre stavano smontando dei motori per catene di montaggio.

I due sono immediatamente stati bloccati e dichiarati in stato d’arresto per furto aggravato in concorso. Su disposizione del P.M. di turno, essendo gli arrestati senza fissa dimora, sono stati rinchiusi nelle camere di sicurezza della Compagnia di Cerignola in attesa della celebrazione del rito direttissimo. La merce, invece, del valore di qualche migliaia di Euro, è stata restituita ai proprietari.
Continuano serrati a Cerignola i controlli che, negli ultimi giorni, tra gli altri, hanno portato all’arresto anche di due pregiudicati, sottoposti agli arresti domiciliari, pizzicati all’esterno delle rispettive abitazioni. Si tratta di HAMZAH ISSAH, cl. ’77, pregiudicato originario del Ghana, e di DRAGUSIN LUCIAN, cl. ’69, pregiudicato rumeno.

Gli stessi, noncuranti della misura degli arresti domiciliari a cui si trovavano sottoposti, il primo per spaccio di stupefacenti, e il secondo per rapina e tentata estorsione, sono stati sorpresi dai militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cerignola in palese violazione degli obblighi a cui erano sottoposti.

Hamzah, in particolare, in località  “”Borgo tre titoli””, è stato sorpreso nel piazzale antistante la propria abitazione insieme ad alcuni suoi connazionali, con i quali tra l’altro non avrebbe potuto avere contatti, mentre, tutti insieme, stavano preparando la brace per grigliare della carne. Dragusin, invece, stava tranquillamente passeggiando per le campagne fumando una sigaretta.

Entrambi, convinti che nessuno li avrebbe controllati nelle zone isolate dove vivono, sono quindi stati tratti in arresto per il reato di evasione. Per Hamzah si sono aperte le porte del carcere di Foggia, mentre Dragusin è stato risottoposto agli arresti domiciliari.

0 0 votes
Article Rating

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta questo articolox