Ladisa ammette: il nuovo centro cottura non ancora attivo

Il video dei mezzi di Ladisa che, partendo dalla zona industriale, distribuiscono pasti alle scuole di Cerignola nonostante il capitolato d’appalto vieti l’utilizzo di sedi su via Manfredonia, ha scatenato polemiche e reazioni. Perchè i documenti parlano in un senso, ma la realtà  si muove in quello opposto.

 
 

L’ultima è quella della ditta Ladisa, che precisa: Al nuovo Centro Cottura di Cerignola è tutto pronto manca solo… l’accensione del gas. Dopo lavori a tempi di record che hanno impegnato le maestranze anche a Ferragosto (dopo l’aggiudicazione della gara per la refezione scolastica avvenuta a metà  luglio), l’impianto nuovo di zecca realizzato da Ladisa S.p.A. in Via Santuario Madonna di Ripalta, 156 ormai è pronto all’uso. Eppure i pasti, come testimoniato dal video, partono ancora dalla zona industriale, contravvenendo a quanto prescritto nel capitolato d’appalto.

Quando si potrà  partire? Cappe di aspirazione, cucine, impianti elettrici, frigoriferi e magazzini: attrezzature nuove (alcune ancora incellophanate), ambienti salubri. Abbiamo rispettato il nostro impegno, garantendo un investimento alla comunità  di Cerignola. Per tale ragione, l’Azienda, d’intesa con l’Amministrazione Comunale, sarà  lieta di far visitare il nuovo Centro Cottura agli utenti e a chiunque fosse interessato, non appena saranno allacciate le utenze, soprattutto il gas, le cui richieste alle rispettive aziende sono state fatte in tempi utili, fanno sapere dall’azienda barese.

La realizzazione del nuovo centro di produzione pasti di Cerignola, rientra in un piano di investimenti dell’Azienda per rafforzare la sua presenza sul territorio e mettere a disposizione della collettività  tecniche e know how all’avanguardia, si legge in una nota della ditta di ristorazione.
 
 

 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x