Metta a Calice: “”Irritato perchè non ha vinto due gare””

“”Per  ragioni igieniche non leggo Marchiodoc. Mi dicono abbia ospitato le geremiadi di un povero imprenditore,  perseguitato da quel fascistone del Sindaco di Cerignola. Pero’, che strano fascista . Amico dei lavoratori. Nemico di  un solo imprenditore. Baggianate. L’ingegnere Calice e’ stato trattato con rispetto, educazione,  imparzialita””.

 
Inizia così la replica che il sindaco Franco Metta rivolge a Donato Calice, che l’ha accusato di ritorsioni dopo l’accesso agli atti per il caso ex cabina Enel.””Si e’ irritato perchè non ha tollerato di non aver vinto le gare di appalto di Piazza del Cinquecentenario e del Piano delle Fosse. Vittorie che gli competevano per diritto divino. L’ Ufficio Tecnico gli ha revocato un permesso di costruire,  che aveva ottenuto circumnavigando alcune normative. Ha comprato per un morso di pane un bene comunale  ( a Via Torino ), ma da anni non costruisce ( con mille pretesti ) e soprattutto, non paga il prezzo di acquisto. Deve al Comune migliaia di euro che nessuno gli ha mai richiesto e pretende che nessuno gli chieda mai per quanto realizzato a Torricelli. Era solito occupare fuori dagli orari previsti per il pubblico gli Uffici al terzo piano””, prosegue il primo cittadino.””Ha messo in pesante imbarazzo funzionari e Dirigenti con le sue pretese. Oggi chiede solidarietà  contro il fascista. Che lo ha messo in riga.  Puramente e semplicemente. Per ora si e’ guadagnato solamente la attenzione di Cirulli, che ospita di tutto, purchè’ sia contro Metta, lasua ossessione. Il PD si e’ prostrato ai suoi piedi. Grande impresa. Si tratta di aggiungere un’ altra sedia alla prossima Oasi di Claire””, conclude.
Come si ricorderà , Calice ha fatto sapere che il Comune risulterebbe inadempiente rispetto a due prescrizioni: l’eliminazione di una cabina elettrica e lo sgombero dei suoli da alcune famiglie di residenti abusivi, su cui il primo cittadino non fa cenno.
 

 

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x