Analisi dell’aria private? Metta: C’è poco da fidarsi.

Diceva così, Franco Metta, il 12 febbraio 2012 quando analizzava la relazione offerta da aziende che avevano studiato la salubrità  dell’aria sul caso Ecocapitanata (dopo la chiusura, avvenuta nel 2011).

 
 
Oggi sul sito dei candidati al consiglio comunale cicognini appaiono nuove analisi dell’aria private, ovvero commissionate dal titolare della ditta Ecolav, che dicono che non vi è inquinamento in zona industriale. C’è da fidarsi? Per il sindaco Franco Metta no, se valgono ancora le parole usate nel 2012. Infatti allora sosteneva:
La richiesta di riapertura di Ecocapitanata si fonda non su analisi effettuate da enti istituzionali di controllo, ma sulla scorta di quanto certificato da laboratori PRIVATI, interpellati da Ecocapitanata e, ovviamente, PAGATI da Ecocapitanata. Quanto ci possiamo fidare di queste analisi? Poco, io credo. In Consiglio Comunale TUTTI fummo d’accordo che le analisi andassero fatte a spese della Ecocapitanata, ma a cura della amministrazione comunale. Scegliendo istituti pubblici accreditati, scriveva Metta. Dunque per Metta, che a pomeriggio mostrerà  quei documenti in consiglio comunale, quei rilievi non hanno valore perchè fatti da “”privati”” pagati da altri “”privati””.
Per quanto riguarda invece le analisi dell’ARPA, ovvero rilievi di enti pubblici, come ricordato dalla consigliera Lapiccirella (Capitanata Democratica), non avrebbero valore per la zona che interessa Ladisa/Ecolav, perchè svolte a più di un chilometro di distanza.
Gino Caiaffa, titolare sia dell’ex Ecocapitanata che di Ecolav, rispetto all’ultimo impianto fa sapere che Il monitoraggio Allkema ha ottenuto risultati conformi e anche più tranquillizzanti rispetto a quelli ottenuti dall’Arpa, abbassandone ulteriormente la media e rafforzando il concetto di uno scarso contributo della ditta Ecolav ad una già  esistente situazione di assenza di pericolo per la popolazione. Chissà  se Metta avrà  cambiato idea.
 
 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x