Don Ciotti a Cerignola: Metta non si presenta, anticorruzione addio

Grande entusiasmo e grande partecipazione giovedì sera, presso la parrocchia di San Domenico, a Cerignola, per l’intervento di don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, nomi e numeri contro le mafie, che ha parlato di legalità , onestà , della campagna Riparte il Futuro che mira a contenere gli effetti del dilagante problema della corruzione nelle amministrazioni locali e nazionali.

 
 
Una sensibilizzazione costante, che ha trovato il riscontro di circa 1 milione di cittadini e l’adesione di diverse giunte comunali. Esclusa Cerignola, dove il sindaco Metta, giustificando la mancata partecipazione, insultò pubblicamente il referente locale don Pasquale Cotugno promettendo l’adozione della delibera trasparenza.
Era presente solo l’assessore Colucci. Ci aspettavamo la presenza del sindaco, che ancora una volta non si è presentato. è chiaro che il nostro impegno è quello di richiamare le amministrazioni sui temi della legalità  e della trasparenza e su questo il Comune di Cerignola è ancora inadempiente, visto gli impegni che avevano preso pur non firmando la petizione. Il sindaco aveva comunque annunciato l’adesione, ad oggi disattesa. Abbiamo consegnato nelle mani del vicesindaco la delibera Riparte il futuro, ma siamo rimasti inascoltati, ricorda don Pasquale Cotugno, referente del presidio locale.Mancanze, dunque. Ancora più gravi se compiute da un’amministrazione appoggiata in maniera diretta dalla Chiesa di don Felice di Molfetta: La chiesa è fatta da singoli battezzati e appoggia chi vuole. Io appoggio chi sta dalla parte della giustizia e pratica la legalitࠝ, chiosa don PasqualeDon Ciotti parla di rilancio in sinergia con istituzioni. Istituzioni cittadine assenti. Don Ciotti commenta: Non voglio giudicare nessuno, oggi si è travolti dalle cose, dalle circostanze. Mi auguro però che ci sia il tempo di fermarsi e riflettere sulle cose, magari di ripensarci. La campagna riparte il futuro non è terminata, c’è bisogno di trasparenza, impegno e responsabilità  che non è datato. Bisogna evitare una morte civile. C’è bisogno di fatti e di concretezza da parte di tutti.
 

 
 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x