Metta a Dibisceglia: Principessa, carina. Quando il sindaco era cafone e uomo di m…

Continua a non dare risposte sul superstipendio del suo amico e capo di gabinetto Salvatore Amato (6000 euro al mese); continua a non spiegare come sia stato possibile il furto di un albero; continua a non commentare le dimissioni di Pezzano (le patatine fritte di Franchino, imbattibili, ha commentato).

 
Nel frattempo il sindaco di Cerignola offende ed insulta le minoranze. Oggi tocca alla consigliera Maria Dibisceglia: Una gufetta del PD da’ di matto per la rabbia di dover costatare che abbiamo 700 mila euro per interventi di ristrutturazione e manutenzione straordinaria in due fabbricati di via Urbe a Torricelli. I fabbricati piu’ fatiscenti del quartiere. Nei quali la principessa non ha mai messo piede. Occhio al fegato, gufetta. Stiamo lavorando. Arrivano anche i soldi per 50 alloggi di edilizia popolare in Via Cagliari, ex istituto industriale Righi. Non vorrei Ti scoppiasse, carina.

Nel 2011 fu Antonio Giannatempo, durante un consiglio comunale, a rendersi protagonista di un battibecco con Loredana Lepore: la consigliera dell’allora opposizione accusava il ginecologo di aver fatto promesse mancate, mentre il sindaco, da parte sua, riteneva non vere le accuse, tanto da invitare a riascoltare le registrazioni del consiglio. Spazientito si rivolse a Lepore con una caduta di stile: Ci sono le registrazioni, bella. Come Metta si rivolge alla piddina oggi, dandole della carina.

Solo che ai tempi l’attuale sindaco la vedeva così, rivolgendosi al sindaco: Porta rispetto ad un consigliere, cafone!; Uomo di m…; Hai paura, sei nervoso, te ne vai in galera. Il marito della Lepore cercò di avvicinarsi fisicamente al sindaco, salvo poi essere trattenuto dai cicognini e dopo aver incassato le scuse di Giannatempo.

A stretto giro la replica della piddina Dibisceglia: Notoriamente chi dà  di matto tra me e lei, non sono io…E lo dimostra anche con questo post. Purtroppo vivo nella convinzione che il primo cittadino debba mantenere un rigore istituzionale e che non possa mai arrivare a tanto…poi ricordo di chi stiamo parlando. La ringrazio per essersi interessato alla mia salute, io faccio altrettanto con lei.Da carina principessa sono una fan delle scarpe:considerato il meteo, per favore, metta le scarpe chiuse. Non vorrei leggere di un altro paio di mocassini affogati!.

Nel frattempo delle superconsulenze agli amici, sui furti sotto gli occhi e delle crisi politica, Metta continua a non esprimersi.

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x