Agricoltura, botta e risposta Zamparese-Sgarro

Il mio obiettivo è istituire un tavolo tecnico permanente su tutto il comparto agricolo, in modo tale da poter intervenire in maniera preventiva e non quando il mercato ha già  condizionato i prezzi del settore.

 
Così Pia Zamparese, assessore alle Attività  Produttive del Comune di Cerignola, dopo la riunione del tavolo tecnico sul monitoraggio del prezzo dell’uva.
Il mio impegno, in questi due mesi da assessore, è stato totale – aggiunge Zamparese -. Il 13 luglio scorso, infatti, ho già  avuto un incontro aperto al pubblico con i produttori e le associazioni di categoria, oltre ad altre riunioni nei giorni successivi. L’amministrazione comunale non può condizionare l’andamento di un settore, ma può e deve attuare forme di controllo e di supporto.
Sono tante, infatti, le proposte sulla scrivania dell’assessore: tutte da analizzare e magari da mettere in pratica. Sollecitare gli istituti di credito a dare maggiori affidamenti bancari agli imprenditori, ad esempio. Istituire una “”borsa valori”” per monitorare l’andamento dei prezzi di tutti i prodotti ortofrutticoli dell’agro cerignolano. Richiedere maggiori controlli del nucleo repressioni e frodi. Creare dei Consorzi, anche se su questo punto, secondo Zamparese, bisogna trovare una convergenza tra le aziende. Incentivare, infine, la promozione dei prodotti locali.Lavoro per creare una sinergia tra produttori e associazioni di categoria – continua l’assessore – e ho capito che c’è la volontà  di collaborare perchè il settore agricolo è la locomotiva del commercio locale.Per questo motivo – conclude Zamparese – sono in prima fila al fianco degli imprenditori e appoggerò tutte le decisioni che supportano e favoriscono i produttori agricoli cerignolani. Sul tema anche il PD di Tommaso Sgarro: Apprendiamo con soddisfazione, quanto comunicatoci dall’ europarlamentare On.Gentile, più volte sollecitata da noi negli scorsi giorni sulla crisi del settore vitivinicolo locale. Bruxelles accoglie favorevolmente le istanze sulla crisi di mercato riguardante l’intero sistema agricolo del mezzogiorno. L’individuazione di nuovi strumenti  finalizzati al sostegno del reddito degli agricoltori, nel tentativo di  anticipare le eventuali crisi di mercato per le produzioni, è un primo passo per interventi che vanno nella giusta direzione. E’ il segno di una filiera istituzionale, quella a marca PD, che funziona.Noi- prosegue il segretario dem- in questa delicata partita a sostegno dei produttori locali stiamo facendo la nostra parte. Adesso aspettiamo risposte dall’Amministrazione su una serie di proposte emerse nel Tavolo sul monitoraggio del prezzo delle uve da noi voluto e ormai riunitosi una settima fa. Abbiamo chiesto interventi chiari e ufficiali contro le frodi e le contraffazioni nel campo vitivinicolo e la sperimentazione della borsa valore dei prodotti del territorio (a cominciare proprio dall’uva) per limitare fenomeno del cartello locale. Quel poco che possiamo fare sul territorio va fatto, lo stiamo ripetendo costantemente. Ora aspettiamo risposte su queste proposte.
 
 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x