Giannatempo: “”Il nuovo sindaco? Intelligente…ma ignorante””

è stato l’uomo più bersagliato degli ultimi cinque anni. Probabilmente il sindaco vittima degli attacchi più intensi degli ultimi venti anni di vita amministrativa. Adesso Antonio Giannatempo tira i remi in barca e si gode la sua professione, sulla quale l’attuale primo cittadino, mostrando una vera e propria ossessione per me, cerca di gettare discredito.

 
I primi giorni della giunta Metta servono all’ex amministratore per fare un’ipotesi su ciò che è venuto dopo il suo doppio mandato nella stanza dei bottoni. Il giudizio non è interamente negativo, anche se il sindaco si sta mostrando altamente ignorante. Come giudica i primo venti giorni della nuova amministrazione?Devo dare atto che il nuovo sindaco è riuscito a dare una spinta di orgoglio e risveglio che mancava dal primo governo Tatarella, perchè noto un coinvolgimento totale, dal semplice cittadino all’imprenditore. Quando la partenza è positiva si potrebbe far bene, è un buon presupposto ed uno slancio significativo. Sarà  una parentesi amministrativa in discesa, quella di Metta?Le caratteristiche principali per mantenere una coalizione unita e garantire un margine di garanzia per poter governare la città  sono l’intelligenza, sapienza, anche un po’ di fubizia, tanta prudenza e moltissima pazienza. Abbiamo un sindaco con un oceano di intelligenza ma con un piccolo ruscello di prudenza e di pazienza.Cosa ne pensa dell’idea di formare una squadra di 150 amministratori, tra sub-assessori e sub-consiglieri?Ho l’impressione che pur non avendo il mare, a Cerignola si sia aperto un corso per sub molto frequentato. è stato contestatissimo, ma le ultime novità  annunciate dalla giunta Metta sono nate con la sua amministrazione. Nella pubblica amministrazione qualunque cosa si programma e non ha immediata attuazione, perchè dietro un atto ci sono mesi e mesi di lavoro. è evidente che ciò che sta venendo alla luce oggi è il frutto del nostro lavoro e mi riferisco all’ampliamento del cimitero, alla pubblica illuminazione, al rifacimento del manto stradale deliberato già  a maggio scorso, all’istituzione del comando di polizia forestale nei locali del tribunale. Perchè, allora, Vitullo e Curiello, che con Lei sono stati al governo e oggi sono opposizione, non rimarcano questi risultati?A questa domanda preferisco non rispondere, perchè il tempo darà  ragione a quando, prima della campagna elettorale, dicevo che per mantenere unito il centrodestra serviva una figura esterna come Giuliana Colucci. Invece abbiamo incassato risultati modesti ed umilianti. La (s)fortuna di questo sindaco è che non avrà  un’opposizione forte per i prossimi 5 anni. Nessun controllo, nessuno stimolo. Io invece ho subito una opposizione forte in grado di condizionare la struttura tecnica e mi meraviglio che i dirigenti più bloccati e intimoriti dalle minoranze oggi siano stati riconfermati.Lei chi ha votato?Al primo turno ho votato Paolo Vitullo, pensando anche alla mia campagna elettorale per le regionali. Al ballottaggio non ho votato per l’attuale sindaco, ma non ho invitato il mio elettorato a seguire la mia decisione, non ho voluto condizionarlo. Strano però che il Partito Democratico non abbia saputo rispondere alle accuse sui rifiuti, sulle quali soltanto la precedente amministrazione si è schierata con forza. L’avevo detto in tempi non sospetti, che Ferrovie del Gargano avrebbe dovuto passare sul mio cadavere piuttosto che trasportare rifiuti a Cerignola. Metta ha fondato la sua campagna elettorale sui rifiuti. Fino ad oggi non ne ha parlato nemmeno una volta. Perchè? Perchè non sa nemmeno cosa siano, non conosce la legge regionale che li governa. Al posto di scrivere continuamente su Facebook dovrebbe preoccuparsi di risolvere le questioni importanti, visto che la discarica è al collasso. Noi, silenziosamente, siamo riusciti con coraggio a finanziare l’ammodernamento degli impianti. Non siamo riusciti a far partire la differenziata perchè necessita di ingenti somme che non abbiamo. L’attuale sindaco non conosce le leggi della pubblica amministrazione e lo dimostra in continuazione. è ignorante.Tipo?Il prefetto ha alzato gli oneri di urbanizzazione. Lui ha revocato la delibera. Ma quello è un livellamento che si fa per legge. Al massimo avrebbe potuto alzare le detrazioni, ma la rimodulazione degli oneri spetta per legge e non si può revocare quella delibera. Ha cacciato i dirigenti, che sicuramente faranno causa al comune. Non si è premurato di capire chi e se poteva assumere. Infatti non può metterne altri, visto che con la legge sulle Province adesso da Foggia potrebbero arrivarne di nuovi, ma imposti e senza concorso. Opposizione costruttiva, pare di capire dalle sue parole. Ma Metta pare non apprezzare il dissenso…E’ evidente che il suo atteggiamento non è quello di un sindaco. Non può minacciare querele a chiunque gli muova delle legittime critiche. Il primo cittadino non ama il confronto, ma deve capire che la critica è democrazia e libera espressione sancita dalla Costituzione. Sente sempre il peso del proprio ego, per questo adesso mi capacito del fatto che vada d’accordo con un’altra alta figura istituzionale della nostra città . La Chiesa ha giocato un ruolo attivo quest’anno. Ha sentito il vescovo Di Molfetta?L’ho salutato con una lettera a fine mandato, mi ha risposto. è evidente che la Chiesa abbia giocato un ruolo attivo in campagna elettorale, ma è una libera scelta. Certo, anche io sono cattolico ma non ho aderito alla lista i-Cattolici. Vedremo se la luna di miele tra Vescovo e sindaco possa durare o si scioglierà  come neve al sole al primo intoppo. I detti hanno sempre ragione: il lupo perde il pelo ma non il vizio. Anche i media sono presi dalla luna di miele? Bè, io sono stato contestato dalla Gazzetta per il conflitto di interesse come sindaco e presidente del Consorzio FG4. Adesso non c’è più questo conflitto? Ai lettori venivano spesso ricordate le mie vicende legali dalle quali sono uscito indenne. Adesso non si parla più dei guai giudiziari del sindaco? Mi sembra molto strano, forse è l’effetto della luna di miele. Che ruolo avrà  Giannatempo in questi cinque anni?Sono fuori da tutto ma non dimentico la mia città . Farò opposizione costruttiva, vigilerò molto.
Michele Cirulli
 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x