Nuova stretta del Governo: chiuse attività “non strettamente necessarie”



E’ terminata pochi minuti fa la conferenza stampa del premier Giuseppe Conte, che ha annunciato nuove misure in seguito alla diffusione del Coronavirus in Italia. Il premier ha parlato del momento attuale come del più difficile dal Dopoguerra in poi.

“Le misure adottate richiedono tempo prima di mostrare i loro effetti. Dobbiamo rispettare le regole. Non è facile, ma non abbiamo alternative, in questo momento dobbiamo resistere. Negli ospedali c’è chi rinuncia e chi rischia molto di più: medici, infermieri, forze dell’ordine, protezione civile, commessi, farmacisti, autotrasportatori, servizi pubblici e dell’informazione. Donne e uomini che compiono ogni giorno un atto di grande responsabilità, un atto di amore nei cofronti dell’Italia intera”.



Quindi la decisione: “Chiudere ogni attività produttiva che non sia necessaria e indispensabile a garantire servizi essenziali”.

Rimarranno aperti supermercati, generi alimentari e prima necessità senza nessun giorno di chiusura, non c’è nessuna ragione di fare corsa agli acquisti. Aperte farmacie, parafarmacia, servizi assicurativi, postali, bancari, servizi pubblici essenziali, assicureremo attività funzionali a quelle consentite. Al di fuori delle attività non essenziali solo smart working e solo attività produttive rilevanti per la produzione”.



“Rallentiamo il motore produttivo del Paese, ma non lo fermiamo”, ha detto il premier Conte.

Inoltre, in merito alla notizia della positività al Covid 19 di un uomo della scorta del Presidente del Consiglio, Palazzo Chigi precisa che nelle ultime settimane non c’è stato alcun contatto diretto con lo stesso Presidente, non avendo mai viaggiato neppure sulla stessa auto. Anche i contatti con gli altri uomini della scorta non destano preoccupazione, in quanto sono sempre state rispettate le distanze sociali di sicurezza e tutte le precauzioni. Il Presidente Conte nei giorni scorsi, ha effettuato un tampone che ha dato esito negativo”.



Seguici e condividi i nostri contenuti
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube

Commenta questo articolo