Le multe illegittime arrivano al Ministero (e c’è chi chiede la testa di Delvino)

La questione multe a Cerignola arriva al Ministero. Da un lato la Prefettura ha ordinato al sindaco Metta e al comandante Delvino di prendere atto dell’illegittimità  delle sanzioni comminate attraverso videosorveglianza senza contestazione immediata, dall’altra l’amministrazione sostiene la bontà  dell’azione pur con dei comunicati stampa contraddittori.

Su sollecitazione del centrosinistra, infatti, la Prefettura ha inviato un orientamento comunicando a sindaco e comandante di prenderne atto: “”Infatti- si legge nella nota prefettizia- l’utilizzo del sistema di videosorveglianza per l’accertamento delle violazioni seppur gestito e presidiato da un operatore di polizia, presuppone, già  di per sà©, l’assenza dell’organo accertatore sul luogo dell’infrazione e, di conseguenza, l’impossibilità  di procedere a contestazione immediata anche in presenza del trasgressore e del proprietario””.

“”In riferimento alle notizie circolate sui social network e su quanto pubblicato da diverse testate giornalistiche””, ha replicato l’amministrazione, “”si precisa che il Comune di Cerignola non ha mai utilizzato le risultanze del sistema di videosorveglianza per la contestazione delle violazioni per divieto di sosta e di fermata””. Per di più, il sindaco Metta ha spiegato che attraverso videocamere viene accertata prima l’infrazione e contestualmente l’assenza dell’automobilista alla guida del mezzo. E, in diretta, viene comminata la multa (da ufficio).

Come informano dalla Prefettura la palla è passata nelle mani del Ministero competente. Il parere, che dovrebbe arrivare dopo le festività  pasquali, dovrebbe mettere fine alla querelle.

Nel frattempo la notizia crea qualche malumore in maggioranza, con il gruppo di Federazione Civica che avrebbe chiesto la revoca delle mansioni affidate al comandante Francesco Delvino: il gruppo avrebbe fatto visita al sindaco Metta per chiedere la sostituzione del comandante. Il primo cittadino ha preso tempo spiegando che sono in corso ulteriori accertamenti da parte del Ministero. Quando questo si esprimerà , si faranno tutte le valutazioni del caso. Comprese quelle sulla poltrona di Delvino.

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x