Non chiamateci anziani! L’Unitre dei Reali Siti riparte con Medicina

La sete di sapere non ha età  nella sezione dell’Unitre di Orta Nova. Lo sanno bene gli oltre 60 iscritti che siedono tra i banchi dell’auletta di via Trieste, dove si tengono corsi e lezioni per degli alunni particolari.

 
Sono perlopiù sessantenni e settantenni, pensionati, ortesi ma anche provenienti dai comuni limitrofi, tutti con una voglia di imparare tale da smentire la loro carta d’identità .
L’Unitre è una realtà  socio culturale e universitaria di volontariato, senza scopo di lucro, che fa capo ad un circuito nazionale ed è regolarmente iscritta nel registro nazionale del settore. Ad Orta Nova, è stata fortemente voluta dal ragionier Annito Di Pietro, presidente dell’Associazione Culturale L’Ortese che da anni ospita anche questo progetto accademico nella propria sede. Quella che oggi è denominata come Unitre dei Cinque Reali Siti è nata inizialmente come sezione della Sede di Foggia e, grazie alla volontà  del presidente Rina Di Giorgio Cavaliere, ha raggiunto in seguito la sua autonomia, comprendendo poi anche gli altri comuni del comprensorio.
Il 3 maggio del 2007 ci fu la presentazione ufficiale, nell’Istituto San Tarcisio di Orta Nova, e nei tre anni accademici successivi già  si ottenne una nutrita partecipazione di studenti che addirittura, per alcuni corsi, superavano le 100 unità . Da allora sono stati tanti i momenti indimenticabili vissuti tra i banchi di scuola. E come tutte le scuole che si rispettino, non sono mancati neanche i momenti di svago, con le numerose gite fuori porta organizzate al fine di fare gruppo e conoscere da vicino nuovi posti di interesse culturale. L’anno accademico 2015/2016 si farà  ricordare per l’ampia varietà  dei corsi messi a disposizione degli iscritti. Tra questi va sicuramente citato il laboratorio di arte presepiale tenuto dai maestri Filomena Marchese e Luigi Novelli. In una stanza predisposta ad hoc, infatti, gruppi di 6 studenti si cimentano con le basi di polistirolo, al fine di creare delle realistiche riproduzioni della scena della natività , da esporre poi nelle case. Utile al superamento del fisiologico digital divide che affligge le generazioni precedenti a quella dei nativi digitali, è il corso di informatica tenuto dal professor Giuseppe Guglielmetti, docente dell’Istituto Olivetti di Orta Nova.
Per quanto riguarda le altre lezioni vanno citati i corsi di chiacchierino (Maestra Caterina Mummolo), quello di ricamo (Maestra Antonella Finelli), quello di assaggio di olio (con la dottoressa Vittoria Mastrogiacomo), e quello di potatura e giardinaggio (guidato da Natalino Pugliese). Non è solo pratica, ma anche approfondimento teorico. Si parla di diritto e attualità  con l’avvocato Gerardo Cavaliere, di cultura contemporanea con Don Donato Allegretti, sacerdote della parrocchia BVM dell’Alto Mare; ma anche di psicoanalisi e di pratiche di rilassamento, rispettivamente con la dottoressa Nadia Trecca e con la dottoressa Marirosa Iula. Per quanto riguarda le iscrizioni, con la quota di ‚¬ 50, si può accedere a qualsiasi corso e si diventa anche soci dell’Unitre. Non ci sono discriminazioni di età  “ precisa Di Pietro. Tutti possono prendervi parte e per i giovani fino a 25 anni, per i fratelli e i figli di chi è già  iscritto, sono previsti degli sconti sulle quote associative.
Da lunedì 22 febbraio, l’Università  della Terza età  dei Cinque Reali Siti, ha arricchito ulteriormente la sua offerta formativa, attivando un ulteriore corso di medicina, tenuto dalla dottoressa Immacolata Roggia. Il nuovo indirizzo ha già  attirato l’interesse degli alunni abituali dell’Unitre. Dobbiamo ringraziare “ ha spiegato Annito Di Pietro, durante la lezione zero “ i docenti e i maestri che hanno preso a cuore la nostra iniziativa e si mettono gratuitamente a disposizione di quanti vogliono arricchire il loro bagaglio culturale, seppur con degli anni di ritardo. Non è un caso se il simbolo dell’associazione L’Ortese è un seminatore. Noi con Unitre stiamo spargendo semi di cultura. Nell’instancabile voglia di conoscere, c’è il segreto per l’eterna giovinezza.

Francesco Gasbarro
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x