Incandidabilità Franco Metta, c’è attesa per la sentenza

Incandidabilità Franco Metta, c'è attesa per la sentenza

Si è tenuta lo scorso 11 maggio l’udienza presso la Corte d’Appello di Bari sull’incandidabilità dell’ex sindaco di Cerignola, Franco Metta, e dell’ex assessore ai lavori pubblici, Tommaso Bufano: ci vorrà ancora del tempo per conoscere l’esito che potrebbe rimodellare gli equilibri della prossima campagna elettorale, dal momento che il giudice si è riservato di decidere e la sentenza è quindi rimandata. Mentre Bufano ha già fatto sapere che, a prescindere dall’esito del procedimento, non sarà della partita per una questione di opportunità dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, Franco Metta ha invece optato per la terza candidatura dopo quelle del 2010 e del 2015.

La Prima Sezione Civile del Tribunale di Foggia, il 21 gennaio 2021, si è espressa a favore dell’ex primo cittadino, respingendo le tesi della Prefettura di Foggia e del Ministero dell’interno, che invece avrebbero voluto l’interdizione per cinque anni. Secondo il giudice Alessio Marfè, che pure ha confermato una parte importante dell’impianto “accusatorio”, non sussisterebbe l’ipotesi di un collegamento diretto o indiretto con aziende ritenute vicine ai clan, ma soltanto una serie di anomalie che, nei fatti, non giustificherebbero una ulteriore procedura come l’incandidabilità. Per questo la palla è passata nelle mani della Corte d’Appello di Bari, che dovrà esprimersi proprio sul punto. Nel frattempo, però, nel lungo iter dello scioglimento comunale di Cerignola per infiltrazioni mafiose, è intervenuto il TAR del Lazio, a cui proprio Metta si era appellato per vedersi cancellare il provvedimento di scioglimento firmato dal Presidente della Repubblica.

I giudici amministrativi romani hanno invece confermato lo scioglimento del consiglio comunale, ed inoltre hanno anche indicato come Metta non abbia “dimostrato azioni concrete ed in fatto con cui l’Amministrazione è andata contro gli interessi della criminalità organizzata” , e a maggior ragione “in un contesto in cui la sussistenza di condizionamento mafioso risulta verosimile”. In più, si legge nella sentenza del 16 novembre 2020, “anche il costante ricorso ad affidamenti diretti, per quanto formalmente legittimo a fronte della esiguità degli importi contrattualizzati, consente di condividere le conclusioni alla base del provvedimento di scioglimento, configurando una logica di asservimento agli interessi della criminalità organizzata”. Tribunale di Foggia e Tar del Lazio– pur convergendo su molti aspetti – hanno dato i loro giudizi. Adesso si attende il passaggio presso la Corte d’Appello, ed eventualmente in Cassazione.

La trafila giudiziaria per l’incadidabilità di Franco Metta assume un valore ancora più determinante nel momento in cui Cerignola, a conclusione del periodo di commissariamento (i prefetti non hanno richiesto una proroga delle indagini, come invece successo a Manfredonia), si appresta a tornare al voto durante la finestra elettorale d’autunno. Al di là delle valutazioni tecniche e dell’effettiva partecipazione alla campagna elettorale, che verrebbe meno solo dopo il terzo grado di giudizio, un esito positivo o negativo sulla candidabilità comporterebbe di certo degli scossoni da un punto di vista più politico che giudiziario.

Michele Cirulli    

0 0 votes
Article Rating
15 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Patrizio mugjo
3 mesi fa

Se questo soggetto ritornasse ad amministrare… saremo inondati da malefatte…la sua arma letale: essere “nulla tenente “. Speriamo che i partecipanti alla carica a sindaco… facciano la cronologia di tutte le malefatte di questo soggetto.

Patrizio Giugno
3 mesi fa
Reply to  Patrizio mugjo

Preparatevi, mi sto organizzando con la telecamera per scovare tutti i nostri nemici politici…….andro’ a filmarli pure nel cesso quando stanno defecando!!!…….io sono “invisibile” ….mica tanto.

Patricio luglio
3 mesi fa

Io sono l’inventore del ambientometro ma quando il capo riempiva di immondizia cerignola l’ambientometro si è rotto.

Patricio Agost
3 mesi fa

…..non vi lascerò scampo ….pure sotto l’ombrellone….a ferragosto mi vedrete con il secchio non a fare gavettoni, ma a vendere il coccobello….con telecamera nascosta.

patty settembre
3 mesi fa
Reply to  Patricio Agost

il secchio lo riempio solo di ricotta x il capo

W La Cicogna
3 mesi fa

Sei un ignorante e calluniatore. Solo tu idiota non hai capito che Metta è vittima di una congiura politica creata ad arte. Appena tornerà ad amministrare, tu e tutti gli oppositori e falsi e denigratori potrete togliervi dai coglioni ed andare in esilio!

La cicoria
3 mesi fa
Reply to  W La Cicogna

Se i commensali usano lo stesso linguaggio…avremmo la commissione antimafia fino alla “estrema unzione “.
Vergognatevi dalla arroganza che rivestite… la gente per bene sa distinguere il bene dal male.
La gente per bene… vi spazzerà via.

Frangho
3 mesi fa
Reply to  La cicoria

Tu fai i pompini ai cicognini!

Patrizio Giugno
3 mesi fa
Reply to  W La Cicogna

La sia fallita, Udas fallita, la tari alle stelle, la criminalità al massimo, l’immondizia fino al primo piano, cosa dovremmo invidiare alla amministrazione più fallimentare mai vista prima?

Cittadino
3 mesi fa

In più io aggiungo: appalti pubblici tenuti sotto la soglia dei 50mila euro per darli in forma diretta agli amici ! La villa data in gestione ad altri amici come se fosse casa sua e sappiamo tutti come fini’ la vicenda! Mai una parola contro la delinquenza, semmai contro le forze dell’ordine! Chi non ricorda il suo attacco verbale ” il blitz delle cime di rape” contro la finanza che cercavano di riportare un po di legalità in città? E il suo protagonismo da bullo contro il mondo del calcio che ha nociuto perfino allAudace Cerignola ? No Metta grazie… Leggi il resto »

Temistocle
3 mesi fa

Meglio cambiare residenza che votare in questa città, solo a sentire e vedere questi personaggi viene lo sconforto.

Avanti…
3 mesi fa

Far comprendere che Metta ad oggi è il meglio possibile è un esercizio inutile.
Non ho alcuna intenzione di addentrarmi in dibattiti a suon di post, non avrete risposta.
P.s. Post offensivi e denigratori valgono querela alla polizia postale, senza indugio.
È ora che si impari che il web non è terra di nessuno e che anche qui si prendono querele.

Indietro
3 mesi fa
Reply to  Avanti…

Se tutti coloro che hanno subito… i tribunali sarebbero sommersi. Non guardare la pagliuzza… ma guarda la trave. Il tempo è, e galantuomo… ripaga sempre, anche con i dovuti interessi. Pace e bene.

nick
3 mesi fa

Mettetevi l’anima in pace…….se il Sig, Metta avra’ ancora la possibilita’ di candidasi, vincera’ a mani bassissime…….ma di tanto. La mia non e’ una speranza, anzi…….ma e’ l’unico che smuove le acque.

patty settembre
3 mesi fa
Reply to  nick

le mani basse le mettiamo x grattarci da questa triste eventualità!

error: Marchiodoc.it ®
15
0
Commenta questo articolox
()
x