lunedì, Luglio 15, 2024
Politica

Bellapianta: “Il lavoro della giunta è nullo, azzeriamola. Savino vuole escluderci: non firmerò lettere”

marchiodoc_domenico-bellapianta

“Nessuno ha mai messo in discussione e mancato di rispetto il SINDACO, né tanto meno il lavoro personale dello stesso che ha svolto sin ora”. Con queste parole il consigliere comunale di Senso Civico, Domenico Bellapianta, inizia una lunga nota nella quale spiega perché non firmerà il delirante documento di sostegno al sindaco Bonito che la giunta vorrebbe con forza per blindare gli assessori. La posizione di Senso Civico, di cui Bellapianta è capogruppo, è chiara: sostegno al sindaco, non alla giunta “le cui attività sono quasi nulle”.

Sono due, secondo Bellapianta, i macroprogetti portati a termine dal primo cittadino: “Il sindaco- spiega- con le sue capacità politiche e personali è stato in grado di ottenere il decommissariamento delle strutture Forcone-Cafiero e di questo tutta la città ne sarà grata, come per la capacità di ottenere un finanziamento dal Credito Sportivo per la realizzazione dell’Auditorium a Santa Barbara”. Attività tutta personale, rimarca Bellapianta, “diversamente invece degli Assessori, presenti in giunta: le loro attività sono poco evidenti se non quasi nulle”.

Da qui la necessità, sottoscritta da Michele Romano di CON e Vincenzo Sforza del Movimento Cinque Stelle, di “protocollare la richiesta di azzeramento della giunta, delle deleghe e cariche istituzionali, rilanciando con un nuovo cronoprogramma di fine mandato per la nostra città”.

Come si ricorderà, in seguito alla richiesta di azzeramento presentata da Bellapianta, Romano e Sforza, con una lettera a dir poco grottesca, il sindaco aveva convocato tramite PEC i tre capigruppo minacciando le dimissioni.

“Il sindaco- racconta Bellapianta-  non ha mai utilizzato questo metodo per convocare qualsiasi incontro in Comune, basta un semplice messaggio o telefonata del figlio Savino utilizzando una chat gestita dallo stesso Savino, che ci convocava per tutti gli argomenti in oggetto agli incontri, di solito presenziati esclusivamente dal figlio Savino, in sostituzione del padre il Francesco Bonito SINDACO”.

E qui il retroscena che testimonierebbe come il figlio del sindaco, Savino, starebbe mettendo alla porta Senso Civico (probabilmente alle spalle del sindaco stesso): “Tranne il 15/02/2024, solo che oltre alla PEC, lo stesso Savino chiama telefonicamente tutti i Capigruppo tranne il sottoscritto, con l’obiettivo di isolare la lista che rappresento, approfittando della mia assenza perché fuori sede”.

Come si comporterà quindi Bellapianta? “Resta ferma la posizione della Lista Senso Civico di non voler firmare il documento di scuse al Sindaco, per un motivo solo, non è mai stato messo in discussione il Sindaco ma la Giunta sì”.

Bonito, come noto, ha chiesto ai consiglieri una lettera di sostegno alla sua persona e alla sua giunta. Bellapianta non firmerà: “Lo stesso documento non può essere firmato, perché nell’esposizione scritta nel documento oggetto di convocazione, la frase di “Compagni di merenda” offende chi la riceve, oltre al fatto che la manifestazione di puro disinteresse personale del sindaco, lascia l’interpretazione che i firmatari di un eventuale documento di scuse sarebbero portatori d’interessi personali, cosa che escludo a priori”.

“Alla luce di quanto esposto, sono ancora qui a confermare la mia fiducia al solo Sindaco che riconosco, eletto grazie al fattivo contributo che la lista che rappresento ha apportato a questa coalizione, in altre parole Francesco Bonito e non intermediari, o chi per tali”, attacca Bellapianta con evidente riferimento al figlio del sindaco Bonito.

“Fermo restando la necessità di azzerare la Giunta, le deleghe e gli incarichi istituzionali cosi come protocollato. Questo è dovuto alla mia città e a tutti i cittadini che ancora sperano in un cambiamento radicale”, conclude Domenico Bellapianta.



4 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
#machesteadecc
4 mesi fa

Non s pott legg

State uccisi
4 mesi fa

1 Quindi Bellapianta non darebbe fiducia alla giunta ma rimane fedele al Sindaco detto ciò non cambia un cazzo resta sempre lì dove si trova a leccare il culo
2 scrivere o solamente pensare che Savino faccia cose alle spalle del padre Sindaco è assai ridicolo perché dubito che il sindaco si affidi al figlio
3 stiamo ancora a chiederci se o firmatari abbiano degli interessi personali a mantenere questa posizione ? È ovvio che si

Quindi stiamo come stavamo
Bellapianta rimane compagno di merende del Sindaco comunque

falce e pisello
4 mesi fa

e gli altri due insultati dal sindaco che dicono? firmano o non firmano?

fhurer
4 mesi fa

finalmente un consigliere che ha il coraggio di dire quello che pensa!

4
0
Commenta questo articolox