venerdì, Luglio 19, 2024
Cronaca

FOTO e VIDEO | Il Ponte Romano, luogo di pescatori e di abbandono


Canosa di Puglia, Puglia, Italia. Un’iconica struttura storica rischia di essere dimenticata nell’ombra della vegetazione che ha preso il sopravvento. Il Ponte Antico sull’Ofanto, un gioiello dell’architettura romana situato nella pittoresca città di Canosa di Puglia, sta lottando per sopravvivere mentre il degrado e l’abbandono minacciano la sua esistenza.

Costruito con maestria durante l’epoca romana, il Ponte Antico sull’Ofanto ha una lunga storia che attraversa i secoli. Tuttavia, i visitatori che si sono recati sul luogo recentemente sono stati accolti da una triste visione: la vegetazione selvaggia ha invaso il sito, impedendo l’accesso e nascondendo questa preziosa testimonianza storica.Il ponte, noto anche come “Ponte di Augusto” o “Ponte Romano”, ha giocato un ruolo cruciale nella connessione di diverse parti della regione durante l’antichità.

La sua architettura romana in pietra e i suoi tre archi sono testimonianza della genialità dei costruttori dell’epoca. Tuttavia, il ponte è ora nel mezzo di una battaglia contro il degrado e l’abbandono.Visitatori che si sono avventurati sul luogo hanno segnalato il degrado visibile, la mancanza di manutenzione e l’accumulo di spazzatura che rende difficile anche solo avvicinarsi al fiume Ofanto. È un triste spettacolo che rappresenta una mancanza di attenzione per il patrimonio storico e culturale della regione.

“È un peccato vedere un simbolo così importante della nostra storia ridotto in questo stato”, ha dichiarato un pescatore sportivo locale. “Dobbiamo fare di più per preservare il nostro passato per le generazioni future.

“Gli esperti sottolineano che la conservazione del patrimonio storico è fondamentale non solo per preservare la storia, ma anche per promuovere il turismo culturale e l’identità locale. L’abbandono del Ponte Antico sull’Ofanto rappresenta una perdita per l’intera comunità e la regione.È giunto il momento che le autorità locali e gli organizzatori preposti alla conservazione si mobilitino per affrontare questa situazione critica.

Il ripristino dell’accessibilità al ponte e la pulizia dell’area circostante sono passi cruciali per preservare questa gemma storica. È un appello affinché si agisca ora per garantire che il Ponte Antico sull’Ofanto possa continuare a ispirare e incantare le generazioni future, come ha fatto per secoli.In questo momento critico, l’incanto e la grandezza del Ponte Antico sull’Ofanto rischiano di essere persi sotto la vegetazione. È necessario un intervento immediato per salvare questo patrimonio storico prezioso dalla dimenticanza e dal degrado.

Giuseppe Bellapianta


7 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
una domanda
11 mesi fa

Sul discorso dell’ abbandono dei rifiuti, sono d’ accordo che é uno schifo. Ma ultimamente si parla tanto di ambiente e di natura. Se poi , la natura fa il suo dovere di natura e si riappropria testardamente e giustamente dei suoi spazi allora non va bene. Spiegatem meglio che non tanto capisco….i

Commentatore
11 mesi fa

Noi popolo contemporaneo e ipertecnologico produttore tra l’altro di un’immensa quantità di rifiuti non siamo nemmeno la punta del dito della civiltà romana di millenni fà.
La natura deborda ove c’è incuria e degrado provocato dall’uomo.

una risposta
11 mesi fa
Reply to  Commentatore

Meno male che non siamo una punta della civiltà romana di millenni fa’…. può darsi che stavi sul pisello all’ imperatore e ti metteva nel Colosseo a correre davanti ai leoni

Fan più ativo
11 mesi fa

Bonito vai ha kasa ke da cuando stai tu cresce l erva pure a kanosa….ci vuole uno con polzo di ferro ke dove passa non crescie + l erva

Giuseppe
11 mesi fa

“Penso che tra le 2 amministrazioni comuni, Canosa e Cerignola, assessorato alla cultura, possano fare richiesta a “striscia la notizia” a canale 5 ..nel sito c’è una pagina per tutti i servizi per il restauro dei beni culturali di tutte le regioni italiane con un magior numero di firme di tutti i cittadini, credo potrebbe essere anche questa una buona soluzione.

Fan più ativo
11 mesi fa
Reply to  Giuseppe

Io penso che tu che stai sempre davanti al cazzo, puoi fare richiesta a qualche casa di cura. Gli spieghi che per ogni cosa hai sempre da dire la tua scocchiataggine e vedi come ti danno una cura

Giuseppe
10 mesi fa
Reply to  Fan più ativo

Faccio richiesta a tua sorella, ha una casa?Così tutte le sere vado a trombarmela, che dici è una buona idea, mi curerà bene? Testa ha forma di cappuccio di preservativo??? ahahah!!!! È bon sord almn ricchio!!!

7
0
Commenta questo articolox