domenica, Luglio 21, 2024
Cronaca

Una settimana da delirio a Cerignola: maltrattamento, spari, cocaina, furti, riciclaggio


La sezione Radiomobile, unitamente allo squadrone Cacciatori “Puglia”, ha colto due soggetti cerignolani di 34 e 37 anni che, in località “La Tapia” di Cerignola, stavano smontando diverse autovetture.

Bloccati dopo un tentativo di fuga, dichiarati in stato di arresto, sono stati condotti presso
la Casa Circondariale di Foggia. Entrambi permangono presso il carcere di Foggia a seguito della convalida da parte dell’A.G.
I carabinieri della Sezione Radiomobile, hanno poi arrestato nella zona della stazione ferroviaria di
Cerignola Campagna un soggetto rumeno cl.1997 che aveva prelevato con destrezza un p.c. dalla
borsa di un cerignolano cl. 1966. La refurtiva recuperata è stata restituita all’avente diritto.
L’arrestato, sottoposto in regime di arresti domiciliari, ha patito giudizio direttissimo nel corso del quale è stato condannato con pena sospesa e rimesso in libertà.
I carabinieri della Sezione Operativa hanno arrestato in flagranza per spaccio di sostanze stupefacenti due Cerignolani di 22 e 24 anni che, dopo essere stati notati nel cedere una dose di 0,5 gr di cocaina ad un uomo di Manfredonia cl.1986, sono stati trovati in possesso di circa 16 gr. di cocaina e 600 euro in contanti suddivisi in banconote di piccolo taglio. Gli arrestati sono stati tradotti presso la Casa circondariale di Foggia. Dopo il giudizio di convalida il più giovane è stato sottoposto all’obbligo di dimora, mentre l’altro rimesso in libertà.
Sempre la Sezione Operativa ha arrestato, sempre per spaccio di sostanze stupefacenti un 31enne che, a seguito di una perquisizione d’iniziativa, è stato trovato in possesso di gr 200 di Hashish. L’arrestato è stato collocato presso la casa circondariale di Foggia come disposto dall’A.G. che ha poi convalidato l’operato dei Carabinieri disponendo gli arresti domiciliari.


La sezione Radiomobile ha inoltre arrestato un 50enne per maltrattamenti in famiglia e lesioni
personali. L’uomo è stato colto dai carabinieri ad aggredire il padre 71enne, nonché gli altri familiari
conviventi. Tutto sarebbe scaturito da pretese economiche generiche del figlio nei confronti della
famiglia che non riescono a soddisfare. L’arrestato, collocato presso la casa circondariale di Foggia,
ivi permane a seguito della convalida.
Inoltre, i Carabinieri hanno dato esecuzione ad una ordinanza di Custodia Cautelare in carcere per
lesioni aggravate, detenzione e porto abusivo di armi nei confronti di un 39enne Cerignolano. Il
provvedimento è scaturito a seguito di specifiche indagini eseguite dai Carabinieri della sezione
operativa che hanno consentito di individuare il predetto come l’autore di un ferimento a colpi d’arma da fuoco di un gambiano cl. 1994. Quest’ultimo era stato ricoverato per diversi giorni presso l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, ma poi dimesso a segui
dell’astrazione dei colpi dalla gamba destra. L’arresto permane tuttora in carcere.


3 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
i cos ca so'
1 anno fa

libertà, obbligo di dimora e cazzate varie…delinquere è conveniente.

So pegg' d' lout
1 anno fa
Reply to  i cos ca so'

Ma i patrioti e i compagni di merende non si sciaquavano la bocca con slogan tipo certezza della pena ecc. ecc? Stanno depenalizzazione i reati minori pur di risolvere i problemi con la giustizia di alcuni di loro , così facendo uscire fuori questi piccoli delinquenti

Patridiota
1 anno fa

Vabbè però hanno risolto il problema dei rave

3
0
Commenta questo articolox