Ospedale Tatarella, il presidio è fisso o no? Vigili ci sono e non ci sono

Ospedale Tatarella, il presidio è fisso o no? Vigili ci sono e non ci sono

Un presidio fisso ma fino a un certo punto: è così che può essere definito il piantonamento predisposto dal Comune di Cerignola presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Tatarella. Il 30 novembre scorso è iniziato il servizio di vigilanza da parte della locale Polizia Municipale al Presidio Ospedaliero ofantino, sovente teatro di episodi di aggressione al personale sanitario e alle guardie giurate da parte dei familiari dei pazienti.

Il piantonamento consiste nella presenza di una macchina con due agenti della Polizia Locale posta nei pressi dell’accesso al Pronto Soccorso del nosocomio, dalle 8:30 alle 20:00. Un provvedimento atteso e più volte annunciato che ha finalmente trovato attuazione, ma che è ancora lontano da una realizzazione completa.

Infatti, la mattina 8 dicembre, poco dopo le 10:30, gli agenti della Polizia Municipale non erano presenti: “Sono usciti circa mezz’ora fa – spiega a L’Attacco una guardia giurata – I vigili dovrebbero essere sempre presenti, ma non è così. Se chiamati per un’emergenza al di fuori dell’ospedale, possono allontanarsi per accorrere sul luogo dove è necessario intervenire”. Una cosa che confermano pure dal Comando cittadino di Polizia Municipale, raggiunto telefonicamente dal nostro quotidiano: “Sì, è vero. In caso di necessità, escono e raggiungono il posto dove la loro presenza sia necessaria”, risponde l’uomo alla nostra richiesta di delucidazioni. Non è invece stato possibile reperire telefonicamente il sindaco Bonito e l’assessora alla Sicurezza Teresa Cicolella.

Una possibile spiegazione è il fatto che i Vigili Urbani non sono inquadrati come operatori di ordine pubblico. Quindi, i vigili all’esterno del plesso (nel quale possono intervenire in caso di bisogno) è una soluzione tampone al problema aggressioni. La presenza dei vigili ha comunque rasserenato almeno un po’ il clima di tensione nella struttura? La guardia giurata fa una smorfia: “No, qui il clima non è mai sereno – risponde seccamente – A Cerignola serve la presenza fissa delle Forze dell’Ordine così come avviene a Foggia.”.  

Negli ultimi giorni non si sono state aggressioni, ma “alcune notti fa, mi è stato detto che c’è stato caos. C’è stato un incidente in via Melfi (zona periferica della città, n.d.r.) e i familiari di una delle persone coinvolte erano molto nervosi”. Miglioramenti ci sono invece stati sul fronte dei furti e dei danneggiamenti che hanno colpito le auto del personale negli scorsi mesi: “Da qualche giorno, l’entrata e l’uscita del parcheggio riservato al personale sono regolate da sbarre elettroniche che si azionano solo si è in possesso di un badge. Non ci sono stati più furti”, chiosa la guardia.

Giovanni Soldano – tratto da L’Attacco


0 0 votes
Article Rating

1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Iak
1 mese fa

Il posto fisso non è in ospedale

1
0
Commenta questo articolox