Il Comitato Ristoratori: “Il 25 ottobre con noi anche commercianti di paesi vicini”

Il Comitato Ristoratori: "Il 25 ottobre con noi anche commercianti di paesi vicini"

Il Comitato spontaneo dei Ristoratori e dei Commercianti scende in piazza martedì 25 ottobre per manifestare pacificamente contro il caro bollette.

L’iniziativa, promossa dai titolari delle attività di Cerignola, è stata concordata con l’Amministrazione Comunale nel corso di un incontro ad hoc tenutosi lo scorso 5 ottobre, quando una delegazione ha incontrato l’assessore alle attività produttive Sergio Cialdella e il sindaco Francesco Bonito.

“Oltre alle private abitazioni, le bollette delle nostre attività commerciali ci stanno letteralmente mettendo in ginocchio – dicono i referenti del comitato Matteo Dagnese e Nicola Lopane  in rappresentanza di oltre 70 ristoratori cerignolani-. Sappiamo bene che questa è una crisi generalizzata, ma abbiamo l’obbligo di fare squadra tutti insieme per far sentire la nostra voce. Abbiamo previsto un giorno di chiusura di tutte le attività commerciali il 25 ottobre e poi, alle ore 19:30, l’inizio del corteo da Piazza Duomo”. 

Il Comitato Spontaneo invita ancora una volta tutte le attività commerciali a restare chiuse per tutta la giornata del 25 ottobre: “É necessario che la nostra voce arrivi al Governo: manifestare, oltre che un diritto sancito costituzionalmente, è un atto sacrosanto per cambiare le cose. Invitiamo tutti i ristoratori, negozianti, anche delle grandi catene di vendita, a tenere abbassate le serrande durante la giornata del 25 ottobre, in segno di solidarietà e adesione ad una protesta pacifica e civile. Molti Comuni di Italia si stanno attrezzando in maniera simile e, martedì prossimo, anche alcuni commercianti dei paesi limitrofi saranno con noi”, aggiungono Dagnese e Lopane in rappresentanza del comitato.   

Il Comitato spontaneo Ristoratori e Commercianti ha reso pubblico il percorso del corteo del 25 ottobre: “Partiremo da Piazza Duomo alle ore 19.30 e ci muoveremo verso via Di Vittorio, via Puglie, via XX settembre e Corso Roma. Termineremo la manifestazione dinanzi a Palazzo di Città. È necessario partecipare, perché quella del caro bollette è una urgenza che riguarda tutti, non soltanto noi ristoratori o commercianti. È inutile lamentarsi, magari sui social network, se poi quando arriva l’occasione di far sentire la propria voce ci si tira indietro. Chiediamo collaborazione a tutti i nostri colleghi: Il 25 ottobre Cerignola dovrà chiudere per 24 ore e scendere in piazza contro il caro bollette” , concludono dal Comitato.


0 0 votes
Article Rating

9 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
sparatevi
1 mese fa

bellissima iniziativa……risolverete di sicuro in questo modo. Bravi.

Fate gli scontrini
1 mese fa

E un sacrosanto dovere fare il proprio dovere e pagare le tasse. Fate gli scontriniììììì!!!!!

Pinco
1 mese fa

Lodevole iniziativa se aveste deciso di farla il Sabato, e non il Martedì giorno di normale chiusura per molte attività.

Il Cittadino
1 mese fa
Reply to  Pinco

Bravo perché non l’hanno fatto sabato che la protesta era più sentita, proprio per i ristoratori di martedì sono quasi tutti chiusi.

Senza vergogna
1 mese fa

Ma i cittadini onesti quando faranno una manifestazione contro questi cialtroni, evasori , che sono sempre in prima linea quando devono chiedere e in ultima quando devono pagare?

Giusto ma….
1 mese fa

Giusto protestare e far sentire la propria voce, mi chiedo però se oltre alle proteste si potrebbe fare altro per dribblare il problema. Per esempio perché non poter fare come stanno facendo in altri comuni ovvero, anticipare l’apertura pomeridiana di tutte quelle attività commerciali (abbigliamento, attività aritigianali, gastronomie ecc) educando i clienti a nuovi orari in maniera tale da sfruttare più ore di luce. Altre attività come ristoratori e bar stanno diversando le giornate di aperture e chiusura concordando tra loro il tutto in maniera tale da avere piu clienti e compensare meglio le spese. Insomma al di là delle… Leggi il resto »

merde
1 mese fa

aiutiamo i capozza che stanno in mezzo alla strada……….mo s’accatt’n mezza c’rgnoul’

Disgustato
1 mese fa

È una vergogna, fino a un mese fa prima del voto erano tutti li a fare promesse per il problema caro energia – bollette. Oggi il tema è quasi sparito dalla discussione politica e si aspetta cosa deciderà Bruxelles. Salvini che sbandierava 30 miliardi di aiuti subito per il problema adesso che governa che fa? È inconcepibile che i sindaci e i comuni vengano lasciati soli a gestire questo enorme problema per le famiglie e attività commerciali. Bisognerebbe organizzarsi e andare a Roma sotto i palazzi e farsi sentire…altro che fiaccolate. Questi sono impegnati a discutere e distribuirsi incarichi di… Leggi il resto »

Bar y Amigos
1 mese fa

E incredibile…persone che lavorano da 30 anni…indisturbate senza pagare tasse e dare scontrini si lamentano per una bolletta da 10 mila euro…e 4 appartamenti come li hai comprati…sei la vergogna di Cristo!!

9
0
Commenta questo articolox