VIDEO | Autotrasportatori protestano per il caro carburante, sostegno dal Comune di Cerignola


Proteste degli autotrasportatori nella Provincia di Foggia: caro benzina e difficoltà legate agli aumenti sono i motivi che stanno spingendo i camionisti a presidiare le aree di servizio della Capitanata. L’Amministrazione comunale di Cerignola, al pari degli altri sindaci del territorio, si pone al fianco dei manifestanti: “Durante la pandemia- dice il sindaco Bonito- li abbiamo considerati eroi, perché senza alcuna tutela hanno tenuto in moto una nazione ormai ferma e piegata dal virus. Ricordo bene le loro difficoltà, quando anche dopo lunghi viaggi non era consentito loro di entrare negli autogrill per mangiare un boccone o per andare in bagno”.

Per questo, oggi, come Amministrazione Comunale- prosegue il sindaco- siamo al fianco degli autotrasportatori che protestano per il caro carburante che rende nei fatti impossibile lo svolgimento del loro lavoro in maniera serena: si tratta di un aumento di spesa di diverse migliaia di euro all’anno, mentre le tariffe dei committenti sono rimaste pressoché identiche. La speranza è che si creino meno disagi possibili per tutti i cittadini, ma il grido di dolore dei lavoratori va ascoltato, compreso, risolto e lo Stato ha il dovere di intervenire con urgenza”.

Ma non solo autotrasportatori, anche agricoltori in difficoltà: “Il vicesindaco Maria Dibisceglia, al pari degli altri sindaci della Capitanata, non ha fatto mancare l’appoggio del Comune di Cerignola ad una protesta che si sta estendendo in tutta Italia. Così come, allo stesso modo, non siamo indifferenti alle difficoltà che attanagliano il comparto agricolo: la settimana scorsa l’assessore Sergio Cialdella ha incontrato le associazioni di categoria per pianificare iniziative comuni, anche nei Reali Siti, per fare in modo che l’appello dei nostri agricoltori non rimanga inascoltato”.





0 0 votes
Article Rating
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Super green tele pass
4 mesi fa

Come era ampiamente prevedibile, le milioni e milioni di dosi di vaccino hanno un costo…altro che gratis.
Le casa farmaceutiche non lavorano gratis, ora battono cassa ai nostri cari politici e adesso eccoci qua con tutti gli aumenti.

1
0
Commenta questo articolox
()
x