Quarta Mafia caso nazionale: così svuota l’economia

marchiodoc_cerignola up32

Un vero e proprio caso nazionale, radici piantate nelle comunità del capoluogo, di Cerignola, del Gargano, un fiume di droga e di soldi e relazioni anche internazionali. La Quarta Mafia vista dagli occhi della Direzione Investigativa Antimafia assume le sembianze di un mostro agile e feroce, capace di insinuarsi in ogni ambito dell’economia, soprattutto quando l’economia inizia a vacillare.

Il Procuratore Nazionale Antimafia, Federico Cafiero de Raho ha rilevato che “la modernizzazione delle mafie si completa nel reinvestire capitali in soggetti economici deboli; in quei soggetti che non trovano più un accesso al credito bancario per la crisi. Le mafie non hanno bisogno di firmare atti, non hanno bisogno di documenti; al contrario occultano comportamenti illeciti con lo schermo di soggetti solo apparentemente sani, entrano così nel mercato dell’economia legale. Questo è veramente preoccupante. A tutto questo si risponde con le segnalazioni dal territorio, dalle stesse associazioni di categoria, con la segnalazione delle transazioni sospette”.

I punti di forza della quarta mafia si incrociano con le debolezze del sistema. Gli altalenanti rapporti di conflittualità e alleanze che contraddistinguono la criminalità organizzata pugliese intesa quale somma di differenti costellazioni mafiose continuano a rappresentare il leitmotiv delle dinamiche criminali nella Regione. Infatti, “a differenza di altre mafie – governate da una “cupola” e capaci, quanto meno nei momenti di criticità o per comuni interessi, di rispettare gerarchie interne ed esterne, di creare alleanze stabili, di seguire strategie concordate – la mafia pugliese è caratterizzata da incontenibile effervescenza che si riflette sulla composizione e la potenza dei sodalizi”. In questi termini si è espresso il Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte Suprema di Cassazione Giovanni Salvi, laddove individua tra l’altro come causa dell’aggravamento dell’endemica vivacità dello scenario criminale pugliese il perdurare dello stato detentivo dei capi storici che ha di fatto comportato “il dinamismo e l’ingestibilità delle nuove leve, impazienti di scalare le gerarchie e disposte a tutto pur di ricoprire ruoli apicali”.

Ne sono conferma, oltre che le improvvise rimodulazioni degli assetti gerarchici dei clan anche le efferate modalità con le quali sono stati compiuti nel semestre agguati e gambizzazioni, episodi delittuosi che solitamente maturano in ambienti legati allo spaccio di sostanze stupefacenti. “Se a tanto si aggiunge una enorme disponibilità di armi, comprovata da numerosissimi sequestri, è evidente che ogni alterazione dei fragili e temporanei equilibri e, più in genere, qualsivoglia intralcio al più spregiudicato affarismo criminale viene sbrigativamente risolta con fatti omicidiari”.

0 0 votes
Article Rating

4 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Inkazzato e basta
1 anno fa

Il Tribunale chiuso ( una barzelletta )
Il Commissariato P.S. in locali presi in affitto da un privato ( un paradosso )
La caserma dei Carabinieri con lo sfratto imminente ( da piangere ).
Con queste premesse sarà sempre peggio.
E voi continuate a stilare chilometri di relazioni bla bla bla, e intanto il male avanza e se la ridono pure alla faccia di tutti noi e dello Stato debole.

Omega
1 anno fa

Come darti torto cazzo!!!!!!

Amico di costante baresi
1 anno fa

Però secondo Frango, qui non c’è la mafia. Lo va ripetendo tutti i giorni ad ogni angolo di strada seduto sulla sedia da mare tutto solo e triste.

Contro i cazzari sempre!!!!!!!!!
1 anno fa

La Mafia non ti lascerebbe vivere, ci sarebbero le estorsioni agli imprenditori e tutti dico tutti pagherebbero il pizzo. Così non è. Foggia città è un esempio di cos’è la Mafia con i suoi presupposti sanciti dalla legge. Parli parli parli e non sai di cosa cazzo parli! Cerignola ha tutt’altro. È il centro nevralgico di droga, armi, ” blindati”, ricettazione e riciclaggio, ma non è Mafia e queste cose esistono dalla.notte dei tempi e non da 5 anni!!!! Tutti oggi parlano di Mafia ma pochissimi sanno realmente cosa sia e tu non sei tra i pochi. Personalmente non voto… Leggi il resto »

4
0
Commenta questo articolox