Carenza personale al Tatarella: tutti i “buchi” in reparto secondo Senso Civico

Carenza personale al Tatarella: tutti i "buchi" in reparto secondo Senso Civico

“La carenza di personale mecico è ormai atavica, non solo per il Pronto Soccorso, anche gli altri reparti sono allo stremo, dopo un primo periodo pandemico dove è stato chiesto uno sforzo immane a tutto il personale sanitario per garantire l’assistenza ai pazienti, c’è bisogno di rilanciare non solo il Pronto Soccorso, ma tutto il Presidio Ospedaliero, per far fronte alla copertura dei turni in Pronto Soccorso è stata chiesta la disponibilità ad altri medici di altri reparti (Chirurgia, Medicina, Pediatria, Urologia, Otorino, Cardiologia), i quali devono garantire le prestazioni anche nei propri reparti”. Così Domenico Bellapianta, coordinatore locale di Senso Civico, interviene sulla carenza di personale nell’ospedale Tatarella di Cerignola.

“Non si può continuare così, la qualità del servizio offerto alla popolazione è diventa precaria, oltre ai tempi di attesa che diventano lunghissimi, stressando il personale tutto, soprattutto i pazienti costretti ad aspettare ore nelle sale d’attesa, Il Tatarella- dice Bellapianta- ha bisogno di Medici di Pronto Soccorso per garantire l’urgenza, ha bisogno di garantire i Livelli Essenziali di Assistenza, che mai come in questo periodo storico sono messi in discussione. Tra qualche giorno alcuni Medici almeno n°2 lasceranno il Pronto Soccorso per continuare la Formazione Specialistica, sono sempre carenti Medici Ortopedici, mancano almeno n°5 unità, ormai da tempo per una semplice consulenza o prestazione bisogna trasferire il paziente in altre strutture, in quanto ci sono dei giorni in cui il servizio non è garantito, sono presenti solo due Medici ed a volte non sono coperte le reperibilità per l’urgenza”.

“Mancano Anestesisti almeno n°5 unità per eseguire una semplice prestazione in regime di ricovero, mancano almeno n°4 Cardiologi, mancano n°5 Ginecologi, mancano almeno n°4 Urologi, sono carenti anche medici sulle postazioni 118 del territorio, mancano almeno n°2, quelli presenti sono impegnati a garantire la loro presenza sulle postazioni, ed agli stessi viene chiesto anche di coprire turni in Pronto Soccorso. Non meno il personale autista, i quali oltre ai trasferimenti delle più semplici consulenze hai ricoveri in urgenza presso altri centri specialistici, si aggiunge il trasporto di tantissimi Tamponi Covid-19, che più volte nella giornata devono essere trasferiti presso altri centri per l’esecuzione degli esami”.

“Il Tatarella ha bisogno di maggiori attenzioni, si sollecita il Direttore generale della ASL Vito Piazzolla ed il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano a trovare soluzioni per colmare le lacune che da tempo affliggono un territorio di oltre 100 mila abitanti”, conclude Bellapianta.

0 0 votes
Article Rating
9 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
U popl nonn stubbt
1 mese fa

Quand sit bell..mo ca stann i vutazioun so tutt brav a cande’ i dfitt, Bellapia’ fina qualche mois ndroit che stiv a fe?
A cogghie i paparoul?
Dall’ da’ ma chiss ciann pigghiot proprie c stubbt!!!

Michele
1 mese fa

Haha

Ma che è !

I tagli alla sanità pubblica, sono stati fatti dai peggiori governi pd occhi e pedo nano milanese!

Hanno fatto cadere l’ultimo governo che stava pensando agli ultimi, per rubare i miliardi che arriveranno presto.

Io scriverei all’unione Europa per avvisarli di non mandare quei soldi, perché non verrà usato niente per il necessario!

Ma verranno utilizzati per arricchire i peggiori parassiti che abbiamo in Italia.

Cose da pazzi!!!
1 mese fa
Reply to  Michele

Sospetto che i migliori sono i 5 stelle vero??
Ci vuole la faccia come il culo anche solo a pensarle certe cose caxxo!!

Lo stesso di prima
1 mese fa

No

È lei il numero uno !

Fra i più stupidi però!

Cosa c’entrano i 5 stelle?

Che neanche esistevano quando la sanità pubblica è stata smantellata!

Mangia cozz
1 mese fa

“Non capisco, cercare aiuto a Piazzolla ed Emiliano, i primi responsabili, che 2 anni fà volevano chiudere definitivamente il nostro “Ospedale Giuseppe Tatarella” se non fosse stata per la pandemia del covid-19, il nostro Ospedale era stato già chiuso, e dimezzato completamente in primo soccorso, e poliambulatori, nel 2019 avevano chiuso i primi reparti di ortopedia e nefrologia, poi via via con altri reparti. Grazie al covid-19 il nostro nosocomio ha inziato a riprendersi, e salvare molte persone positive dai contagi, e assumendo “oss”. – E “infermieri” a contratto annuale – ma sono convinto che per mancanza di medici e… Leggi il resto »

Cose da pazzi!!!
1 mese fa

Avevo ragione…
Il numero uno sei tu ( non Lei ma tu!)
Parli male del PD e dello psico nano a cui tu puoi solo guardare dal basso, quindi deduco che sei il solito idiota 5 stelle.
E comunque anche se non sei 5 stelle di sicuro sei un rosicone che crede di sapere tutti e di aver capito tutto della vita.
Svegliaaaaa…sei il solito parassita italiano buono solo a criticare tutto e tutti, dalla finestra si intende!!

Ti rompo il Culooo
1 mese fa

Senti finocchio piantala di fare il fenomeno da tastiera!

Vai a fare la ricotta, sei uno scarso medio basso!

Hai parlato pure troppo per quanto sei inutile!

Ndust e camen
1 mese fa

Bellapià hai tua moglie a lavorare che nn sa nemmeno lei com’è entrata nel 118, poi nn parliamo della famiglia tampone che ormai comanda tutto il tatarella, persone assunte direttamente con contratto indeterminato, nn parliamo dei tuoi cugini e sta volta nn faccio nomi cn contratto indeterminato quando sta da rispettare la graduatoria, promesse nn mantenute bellapià fatti un esame di coscienza

Cerignolano disgustato
21 giorni fa
Reply to  Ndust e camen

Marchiodoc, la libertà di espressione è certamente cosa nobile ma incompatibile con le scorreggie verbali che scorazzano sul vostro sito…

error: Marchiodoc.it ®
9
0
Commenta questo articolox
()
x