Cerignola, aumentano i ‘contagi familiari’ di Coronavirus


Cerignola, aumentano i 'contagi familiari' di Coronavirus

Aumentano a Cerignola i ‘contagi familiari’ da Coronavirus, ossia quelli all’interno dello stesso nucleo e della stessa casa. È questa la fotografia che viene fuori dagli ultimi positivi al Coronavirus individuati dall’ospedale Tatarella di Cerignola e diventa prioritario, quindi, limitare al massimo la catena di contagio.

In attesa che l’ufficio Prevenzione ASL e il COC diano informazioni efficaci e precise, che ad oggi mancano, sale il numero di casi positivi (in mattinata un altro tampone ha dato esito positivo) e aumenterebbero i casi rilevati tramite il cosiddetto Drive Through, ossia il tampone effettuato in auto su tutti i pazienti che già sono in “sorveglianza attiva” in quanto hanno avuto stretti contatti con persone già risultate infette.



Una buona parte degli ultimi contagi, infatti, è attinta proprio dalla lunga schiera delle quarantene che, non si capisce come e perché, continuano però a scendere nonostante i casi di positività aumentino. È questo un altro tassello che la Asl e il C.o.C dovrebbero spiegare. Inoltre le ‘libertà’ delle festività pasquali hanno fatto il resto, controbuendo in maniera significativa alla diffusione del virus.

Dunque ad oggi è prioritaria la necessità di rendere efficaci le quarantene e fare in modo che le case non diventino mini-focolai. Il rischio è che il virus circoli indisturbato e si trasmetta tra un componente e l’altro dei nuclei familiari. È questo quanto viene fuori dall’analisi dei “contagi familiari” di Coronavirus del Tatarella di Cerignola.

Marchiodoc - Info Data Coronavirus
Marchiodoc – Info Data Coronavirus


0 0 vote
Article Rating
12 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Ospite
6 mesi fa

Banalmente, uno dei motivi (certamente non il solo) per cui le quarantene sono inferiori ai contagi può essere dovuto al fatto che in realtà i contagiati, AD OGGI, non sono 70 (questo è il numero di contagiati totali dall’inizio) anche perché altrimenti si terrebbe ancora conto dei guariti (già solo questa testata ne ha intervistati 3). Il problema è che manca il dato dei guariti per cui oggi si continua ancora a parlare dei contagiati totali senza togliere i guariti

Ospite
6 mesi fa
Reply to  Ospite

Tra l’altro, personalmente non mi è chiaro se, dai 70 contagiati vada tolto anche chi, purtroppo, è deceduto

Giorgio
6 mesi fa
Reply to  Ospite

Vero in parte… però non tornano i conti con i numeri della ASL
67 contagi -> 49 quarantene
70 contagi -> 42 quarantene

Ospite
6 mesi fa
Reply to  Giorgio

Si, credo ci siano sicuramente anche altri motivi perché cmq le quarantene sembrano poche. Dai 70 quindi bisogna togliere i guariti (secondo l’altra testata cerignolana, una decina) ed i deceduti.
Cmq è scandaloso che arrivino dati in questo modo

Michele
6 mesi fa
Reply to  Ospite

Credo sommessamente che più importanti dei dati sia condannare e denunciare il comportamento ignobile di molta gente che da circa 2/3 settimane ha completamente ignorato le restrizioni e circola come se avessimo vinto i mondiali.
I dati sono importanti per carità ma così facendo avremo da vederne di dati veramente preoccupanti!!
Ad maiora.

Mario
6 mesi fa
Reply to  Michele

Ma tu non sei quello che faceva polemica su altri articoli, prendendotela con la signora che chiedeva anche il numero dei guariti? La criticavi dicendo cosa se ne facesse deil numero dei guariti….. e oggi stai impazzendo a fare calcoli.

Ted Bundy
5 mesi fa
Reply to  Giorgio

Genio …. quelli che mancano stanno al campo santo

ospite
6 mesi fa

Nei comunicati della COC manca sempre il numero dei guariti che si dice siano oltre 20,
pertanto dal totale dei contagiati dall’inizio 72 – il numero dei deceduti 13 – il numero dei guariti circa 20 = gli attualmente positivi dovrebbero essere circa 39.
Pertanto il numero 52 delle persone attualmente in quarantena è compatibile con i 39 attualmente positivi.
Inoltre è possibile che aumentino i positivi e diminuiscano quelli in quarantena, quando qualcuno che era in quarantena diviene positivo e contemporaneamente qualcuno ha concluso la quarantena avendo trascorso i 15 gg

Ospite
6 mesi fa
Reply to  ospite

Si vabé ma il si dice lascia il tempo che trova. Non è possibile che non si sappiano i guariti. Nei bollettini regionali vengono riportati, possibile che non si possa sapere il loro numero a livello locale

Mario
6 mesi fa
Reply to  Ospite

Ma tu non sei quello che faceva polemica su altri articoli, prendendotela con la signora che chiedeva anche il numero dei guariti? La criticavi dicendo cosa se ne facesse deil numero dei guariti….. e oggi stai impazzendo a fare calcoli.

Ospite
6 mesi fa
Reply to  Mario

Se dici a me non so di cosa stai parlando. Io qui ho “battibeccato” solo con tale Jhon il primo giorno in cui si diede notizia di 7 casi in un giorno

Mario
6 mesi fa
Reply to  Ospite

Pardon……ho confuso.

error: Marchiodoc.it ®
12
0
Commenta questo articolox
()
x