Parte la raccolta fondi degli Avvocati per l’ospedale e per i bisognosi


Oltre cento avvocati di Cerignola si uniscono per l’emergenza Coronavirus e danno vita ad una raccolta fondi per l’ospedale Tatarella e per i bisognosi.

Oltre cento avvocati di Cerignola si uniscono per l’emergenza Coronavirus e danno vita ad una raccolta fondi per l’ospedale Tatarella e per i bisognosi. È questo quanto hanno deciso i legali ofantini che hanno già messo a disposizione del nosocomio di via Trinitapoli delle somme per l’acquisto di particolari defibrillatori. Inoltre, la raccolta prevede di girare una parte cospicua delle cifre alla Caritas e alle parrocchie che si stanno occupando di sostenere le famiglie più in difficoltà a Cerignola. Contatti in queste ore con i parroci Don Pasquale Cotugno e don Carmine Ladogana, ai quali gli avvocati destineranno quanto raccolto.



“E’ giusto che tutti facciano la loro parte in questo momento di difficoltà. La nostra gara di solidarietà durerà ancora una settimana per permettere a tutti i colleghi che lo vorranno di donare qualcosa. Abbiamo deciso tramite una chat comune di metterci a disposizione della città”, raccontano i legali.

Il gesto servirà non solo a dotare il Tatarella di ulteriori attrezzature, ma anche a supportare tutte le famiglie bisognose in attesa che vengano erogate dal Governo le misure di solidarietà previste per l’emergenza sanitaria. Ancora sette giorni per chiudere la raccolta fondi degli avvocati per l’ospedale Tatarella e per gli indigenti di Cerignola.

Una rapidissima raccolta fondi ha consentito la donazione di un defibrillatore al Reparto di Rianimazione del nosocomio Cerignolano, 80 maschere protettive con doppia visiera, che garantiscono una maggior protezione dell’operatore sanitario nello svolgimento della sua attività, e 6 saturimetri a dito, che consentono di effettuare fino a 6000 controlli della quantità di ossigeno circolante nel sangue del paziente.



0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x