Furto alla Coop AlterEco, che gestisce i beni confiscati alla mafia cerignolana



Rubate le impalcature e le attrezzature di una ditta edile che stava realizzando, presso Terra Aut, bene confiscato alla mafia cerignolana, delle strutture per visitatori. Così questa mattina, quando i volontari sono arrivati nelle campagne di Cerignola, dove si trova l’immobile, si sono imbattuti nel cancello di ingresso aperto e non hanno potuto far altro che constatare il furto.



“Non è il corona virus il problema…A Cerignola qualora dovesse arrivare il famoso virus non potrà mai essere più famoso di quell’altro virus, quello che spinge delle persone a tagliare il lucchetto di Terra Aut con un Flex a batteria e rubare l’impalcatura della ditta costruttrice che sta realizzando i bagni esterni per i visitatori, viandanti e studenti. Vogliamo che Terra Aut sia un luogo accogliente sempre e per chiunque anche per voi che provate ad ostacolare i lavori…poveri delinquenti tristi”, fanno sapere con un post i volontari della cooperativa Alter Eco, che dal 2011 gestisce il bene confiscato alla criminalità cerignolana durante la maxi operazione Cartagine.




0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x