“Ha il coronavirus”, la catena su whatsapp è virale. Gerri: “Ma io sto bene”

“Ha il coronavirus”, la catena su whatsapp è virale. Gerri: “Ma io sto bene” marchiodoc cerignola gerri errico

Paura e psicosi per il Coronavirus: dopo la catena che ha interessato la famiglia cinese Zhang, accusata di essere affetta dal virus (senza alcun motivo) dopo essere tornata dalla Wanzhou, adesso tocca ad uno stilista cerignolano, Gerri Errico. Così sui gruppi whatsapp sono partiti i primi messaggi, corredati da foto, che hanno indicato lo stilista cerignolano residente a Milano come un caso di Coronavirus.

Perché? È lo stesso interessato a spiegarlo: “Volevo avvisare tutto il popolo di Cerignola che godo di ottima salute. Uno si preserva con una mascherina (chiamasi precauzione), e la gente che fa? Fa girare in vari gruppi di whatsapp la mia foto e vari commenti”.



Nei messaggi circolati in internet, infatti, si legge la preoccupazione di alcune persone:  “Nell’azienda di una persona infetta c’è anche un cerignolano che fa il pendolare e la settimana scorsa era a Cerignola”. Un testo che ha scatenato la psicosi.

Il diretto interessato precisa: “Faccio lo stilista, non lavoro per nessuna azienda se non la mia, e non ho vissuto a Codogno in questi giorni che è in provincia di Lodi, ma a Milano città. Non so come definire tutto questo, è vergognoso, ignoranza allo stato puro. Qui circola l’ignoranzavirus e non altro. Per dovere di cronaca, prenderò i dovuti provvedimenti del caso. Quando non siete a conoscenza di nulla, imparate a tenere la bocca chiusa”, commenta Gerri Errico.


CORONAVIRUS: COSA FARE E COSA EVITARE

Vademecum Coronavirus





0 0 vote
Article Rating
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Osservatore
9 mesi fa

Però bisogna fare attenzione anche alle sciocchezze che si dicono. Non ci si può fare un selfie con mascherina da Milano, mostrandosi psicotici e poi ci si stupisce di ciò che sta accadendo. Fa bene ad incazzarsi, ora, ma farebbe anche meglio a dire che gli scherzi scemi portano conseguenze, in momenti come questi.

error: Marchiodoc.it ®
1
0
Commenta questo articolox
()
x