VIDEO | La Pavoncelli diventa un campo dell’orrore per il Giorno della Memoria



La scuola diventa un campo di concentramento; gli alunni si trasformano in un esercito di deportati contrassegnati dalla divisa e dalla Stella di David su petto; canti della tradizione ebraica. La scuola media Pavoncelli celebra il Giorno della Memoria con un video diventato virale in poche ore.

“Arbeit macht frei”. “Il lavoro rende liberi” era la scritta beffarda posta all’ingresso dei campi di concentramento, dove venivano deportati gli ebrei prima e durante la Seconda Guerra Mondiale.



La scritta, come si vede nel video, nella rappresentazione degli studenti campeggia all’ingresso dell’istituto scolastico, trasformato in un vero e proprio campo dell’orrore.

I ragazzi intonano e suonano i canti della tradizione ebraica, in un girato in bianco e nero dove ad emergere è solamente il colore del cappotto rosso di una bambina, come successo nel noto film Schindler’s List. Il corto, denominato “Ricordati di noi”, si snoda nel cortile della scuola tra note e parole, ed anche attraverso la poesia di Barbara Sonek, “Holocaust”, completamente recitata in inglese: “Ricordati di noi, perché noi fummo i bambini a cui vennero strappati e la vita”.


“Ricordati di noi”, scuola Pavoncelli



0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x