Il Cerignola ci crede: presentato ricorso per la Lega Pro

L’Audace Cerignola ha presentato ufficialmente ricorso presso il Collegio di Garanzia del Coni circa il mancato ripescaggio in Lega Pro. Oltre al ricorso dell’Audace, sono stati depositati gli atti del A.S. Bisceglie s.r.l. e U.S. Citta di Palermo S.p.A.
La notizia viene data direttamente dal Coni in una nota ufficiale e segue quanto già preannunciato dalla famiglia Grieco.



In settimana il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli aveva chiarito i motivi del mancato ripescaggio di alcune squadre che speravano in una secondo turno di chiamate (Turris in testa) motivando lo stallo a causa dei contenziosi pendenti con alcune società sportive: «I contenziosi riferiti ai casi di Bisceglie e Cerignola rendono la riapertura dei termini impraticabile, altrimenti l’istanza presentata dalla Turris sarebbe stata presa seriamente in considerazione. Sarebbe stata una mossa troppo avventata e rischiosa per il Consiglio Federale».
Campionato temporaneamente a 59 squadre, quindi, in attesa del pronunciamento del Collegio di Garanzia del Coni per andare a colmare l’ultimo posto disponibile (o, in caso di accoglimento di tutte le richieste delle ricorrenti, partenza addirittura in sovrannumero).

Di seguito la nota del Coni:
La segreteria del Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto tre ricorsi destinati alla Sezione competente in tema di ammissione/iscrizione ai campionati nazionali professionistici:

  • ricorso presentato dalla S.S. Audace Cerignola S.R.L. nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) e della Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro) per l’annullamento del provvedimento emesso dal Consiglio Federale della FIGC, di cui al C.U. n. 18/A del 12 luglio 2019, con il quale la ricorrente è stata esclusa dai ripescaggi in Lega Pro per la s.s. 2019/2020, non avendo “soddisfatto nel termine perentorio del 5 luglio 2019, i requisiti infrastrutturali relativi alle caratteristiche del terreno di gioco ed all’impianto di illuminazione, indicati come criteri “A”, di cui al punto 2) ed al punto 8) dell’allegato a) Titolo II del C.U. n. 101/A del 17 aprile 2019”.
    La ricorrente Audace Cerignola chiede al Collegio di Garanzia dello Sport, in accoglimento del presente ricorso, di annullare il provvedimento impugnato e, per l’effetto, di disporre il ripescaggio della ricorrente medesima, anche in sovrannumero, al Campionato di Serie C per la s.s. 2019/2020, per tutte le ragioni esposte nel ricorso.

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x