ASECO gestirà  gli impianti SIA srl per 6 mesi: l’ordinanza di Emiliano

Sarà  l’acquedotto pugliese, attraverso la società  satellite ASECO, ad affiancare SIA SRL, la partecipata che si occupa di raccolta e smaltimento dei rifiuti per conto dei comuni del CONSORZIO FG4. Con un’ordinanza del 22 dicembre scorso, infatti, il presidente Michele Emiliano ha disposto che la società  di AQP controlli gli impianti cerignolani di Forcone Cafiero per i prossimi sei mesi, scaduti i quali si passerà  alla definizione delle quote societarie.

Strozzati dai debiti e dai crediti non incassati, gli impianti di SIA SRL sono chiusi da oltre un mese per la mancanza delle polizze fidejussorie e per la sospensione dell’autorizzazione a causa del mancato rispetto delle normative ambientali. L’ingresso di ASECO servirà  per completare i lavori di messa a norma degli impianti che consentiranno di trattare fino a 320 tonnellate di rifiuti al giorno.

Ad ASECO dovrebbe andare anche la gestione dei 7 nuovi impianti pensati da Emiliano su scala regionale per rafforzare AQP e riconfermare la natura pubblica del ciclo dei rifiuti. I sindacati di SIA srl – CGIL, CISL e FIADEL – proclamano lo strato di agitazione per essere stati praticamente tagliati fuori dalle trattative: “”Non conosciamo la natura di questo accordo tra Bari e Cerignola””, accusano in una nota congiunta le sigle sindacali.

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x