Le 10 domande di Marchiodoc.it alla segretaria PD Ditommaso

Nel dibattito piddino degli ultimi giorni, condito dalla non rassegnazione alla sconfitta da parte dei gentiliani e dalla paura di governare dei nuovi vecchi subentrati all’europarlamentare,, abbiamo cercato di fare delle domande ai nuovi quadri dirigenti democratici per capire quale strada voglia intraprendere il partito di centrosinistra.
Dopo diversi tentativi andati deserti da parte di Daniele Dalessandro e Sabina Ditommaso, riproponiamo qui le dieci domande che avremmo voluto porre agli ex gentiliani.

Apertura alla società  civile, abbattimento dei diktat della Gentile sulla politica locale. Queste le proposte della nuova segreteria: ma quando le stesse proposte venivano da Palumbo, Valentino, Paparella, Disanto, Roselli, Longo (e tantissimi altri), perchà© stavate con la Gentile tanto da indurre gli altri alla marginalità  o all’uscita dal partito?
Rocco Dalessandro, ex luogotenente gentiliano nel Tatarella; Nicola Giordano, ex braccio armato gentiliano con il carico di Coldiretti; Franco Palumbo, unico segretario vincente dai Ds in poi a Cerignola. La novità  è solo nel duo Cicolella-Dibisceglia. Lo ritiene sufficiente, ai tempi del civismo imperante, delle leadership forti e della società  liquida?
“”Mai con Metta””. La linea politica del nuovo Pd è chiara e si pone nel solco della precedente esperienza in quanto ad opposizione cittadina. Mai con quel civismo. E con il civismo di Leo Di Gioia, invece?
Avete l’impressione che la stampa che avete foraggiato vi si stia ritorcendo contro?
Avete detto che il vostro leader rimane Sgarro. Siete una corrente senza leader, se c’è la necessità  di recuperare il leader combattuto alle primarie. Va bene l’unione, ma rincorrere chi non vuole avere niente a che fare con voi (anche in modo infantile) non delegittima una nuova classe dirigente piddina, se esiste?
Il merito storico è di aver battuto l’europarlamentare nel suo feudo, con un congresso regolare. Avete invocato serietà  e lealtà  prima del congresso, nonostante fino a ieri le competizioni elettorali le facevate fianco a fianco. Non vi fidate così tanto gli uni degli altri?
Argomento tabù per molti anni è stata la sanità . Oggi il PD cosa pensa del piano di riordino, del depotenziamento costante del Tatarella (anche se non sulle carte) e della prossima riorganizzazione dei dipartimenti?
Tema alleanze: Pippo Liscio, additato da molti nel Pd come uno degli artefici della sconfitta amministrativa del 2015, è un interlocutore della sinistra?
Voterete Gentile se dovesse candidarsi alle politiche?
Molti di voi sono stati bersaniani, civatiani, renziani. Oggi continuate a sostenere Renzi o passate con Emiliano?

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x