Un documento strategico per il commercio (e per la maggioranza)

Il nuovo documento strategico del commercio ha un doppio significato politico per l’amministrazione Metta. Da una parte è uno strumento che regola il commercio, dalle strutture di vendita agli ambulanti, e dall’altra segna una tregua dei rapporti tesi tra Federazione Civica e il capo cicognino.

Perchà© quando Vincenzo Specchio presenta la sua nuova creatura, che ha avuto origine da una serie di incontri con le associazioni di categoria e gli uffici regionali, si presenta come “”delegato alle attività  produttive””. Una novità , visto che solo qualche mese fa il suo gruppo aveva annunciato di voler rimettere gli incarichi nelle mani del primo cittadino, dopo gli screzi – forti e continuati- sulla gestione degli affari pubblici.

Dunque, il documento sembra essere strategico non solo per il commercio, ma anche per la tenuta della maggioranza, dopo gli scossoni pre-estivi che oggi sembrano una pagina ingiallita dal tempo e nulla più. “”Porteremo questo documento in consiglio comunale. Dopo di che – commenta Specchio- potrei anche pensare di lasciare l’incarico, ma mi chiedo: posso lasciare associazioni di categoria, commercianti e ambulanti senza guida, con un lavoro svolto a metà ?””. Nella sua domanda retorica, il delegato alle attività  produttive lascia intendere, quindi, di voler rimanere in sella all’incarico. Sintomo, quest’ultimo, che l’appoggio esterno dato dal suo gruppo alla maggioranza non sarà  ad oltranza.

Per quanto riguarda il mondo del commercio, invece, il documento strategico punta a regolare le attività  sul territorio e si compone di 8 punti: Documento di valutazione rete commerciale; medie strutture; Dehors ( spazi esterni di pubblici esercizi); Regolamento per attività  somministrazione; Piano commercio su aree pubbliche; Regolamento di disciplina attività  aree pubbliche; Piano rivendita Quotidiani; Carburanti.

“”Cerignola è il primo Comune di Capitanata a dotarsi di uno strumento completo e organico di regolamentazione e programmazione del commercio. Il Distretto urbano del commercio sarà  un tassello fondamentale di questo mosaico e ci permetterà  di fruire dei fondi regionali””, spiega Specchio

il Documento fissa regole e parametri importanti per medie strutture, benzinai, giornalai, commercio di vicinato, aree pubbliche. “”Insomma una vera e propria rivoluzione copernicana””, dichiara Specchio.

è stato affrontato anche uno dei temi caldi dell’amministrazione Metta: quello relativo agli ambulanti di frutta e verdura. Come si ricorderà , furono veementi le polemiche del sindaco rispetto alle operazioni anti-abusivi delle forze dell’ordine. A due anni dal primo e contestato blitz, arrivano le prime risposte con la proposizione di 8 punti per ortofrutta: via villa verde (rione scarafone), via delle rose (fornaci), via salnitro (san Matteo), via Montegrappa (san Samuele), via lagonegro (salesiani), via Stella, (Torricelli), Sant’Antonio, osteria ducale (piazza castello).

“”Entro 15-20 giorni- promette Specchio- lo porteremo all’attenzione delle Commissioni e quindi in Consiglio. Vogliamo restituire decoro e ridare slancio al distretto commerciale di Cerignola””. Il consigliere federato delinea la road map: del commercio e indirettamente dei rapporti tra Cicogna e Federazione Civica.
Michele Cirulli

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x