Le spese opinabili di Delvino: in arrivo una stanza da 13 mila euro

Ancora spese opinabili da parte del comandante dei vigili Francesco Delvino: dopo la trionfale entrata a Palazzo di Città  che, tra uno spacchettamento e l’altro, è costata 60 mila euro, adesso arriva la “”saletta formativa”” da 13 mila euro. La determina che impegna la spesa è sempre a firma del comandante bitontino.

Per gli eventi formativi non c’è posto? Nemmeno uno in 1000 mq dell’ex tribunale? Nemmeno un buco a Palazzo di città  o nelle proprietà  comunali? Non è dato saperlo. Per questo si mette mano al portafogli pubblico.
Così si è provveduto a costruire “”un’aula dalle dimensioni adeguate ad ospitare 40 posti a sedere per giornate di formazione professionale””. Ma non è tutto: perchà© “”al fine di comunicare al cittadino le innumerevoli informazioni relative agli uffici pubblici comunali e non, si rende necessaria l’installazione di pannelli a messaggio variabile, collegati ad una rete interna e gestibili da remoto””. E dunque gli arredamenti, per completare l’opera: “”si rende necessario l’acquisto di allestimenti d’arredo e di strumentazioni consistenti in n.40 sedie con tavoletta, n. 3 monitor/tv, n. 3 miniPC/microPC, formazione al personale per la gestione dei pannelli informativi, n.1 lavagna a fogli mobili con treppiede””.

Questa saletta formativa da 40 posti per 34 vigili costerà  13 mila euro. Le forniture andranno alla Oliservice, un nome che ritorna molto spesso nel settore polizia municipale quando si tratta di impegnare legittimimante cifre “”sotto soglia””.

Delvino rinnova anche il progetto Cerignola Si Cura e destina 39.600 euro “”spettanti al personale di Polizia Municipale impegnato nei servizi straordinari previsti per il pagamento delle spettanze al personale impegnato nel progetto Si Cura Cerignola””. Ed è solo una prima tranche. Mentre da più parti e pubblica si denuncia la mancanza del presidio del territorio da parte del corpo di polizia urbana.
Nel frattempo ci sarà  da capire ancora come e quando cambierà  la ZTL, se alcuni dei varchi dovranno “”sparire”” e se i lavori di allestimento delle strade (con installazione di paletti etc) saranno serviti a qualcosa o con la nuova idea di zona a traffico limitato quelle spese saranno state inutili e da addossare sulla comunità . E ancora: si è in attesa del parere tecnico del Ministero sull’efficacia delle multe già  dichiarate illegittime, in prima battuta, dalla Prefettura.
Michele Cirulli

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x