Centrale a biomasse a Stornara: s’infiamma la campagna elettorale

Durante il comizio elettorale di domenica 21 Maggio della lista Stornara Siamo Noi, uno dei candidati, Luigi Filannino, ha lanciato una”” bomba””, ossia la realizzazione di una centrale a biomasse presso la Cantina Sociale del paese. Così la campagna elettorale che vede protagonisti Rocco Calamita e Michele Mandriani si accende.

Queste le parole di Filannino:””Ho sentito che si sta per realizzare una centrale a biomasse, presso la Cantina Sociale. In questi giorni ci informeremo bene su tutta la questione, però non crediate che le biomasse non possano essere pericolose. A Sant’Agata di Puglia, dove c’era un progetto simile, hanno fatto un referendum popolare per decidere se si doveva fare o non fare. Noi ci informeremo e nelle prossime manifestazioni cercheremo di spiegarvi cosa sta succedendo. Poi saranno i cittadini di Stornara a decidere se un impianto che può portare inquinamento o meno.””

Marchiodoc ha intervistato il presidente della suddetta Cantina Sociale, citata dall’aspirante candidato della lista segnalata prima, Pasquale Di Corato, per vederci più chiaro.

Queste le sue parole:””Noi stiamo realizzando, e lo faremo, una centrale no a Biomasse, non una centrale per bruciare immondizia, per bruciare rifiuti, ma una Pirolisi . Forse prima di parlare determinata gente, dovrebbe informarsi, su che cosa dobbiamo costruire. Per il funzionamento della suddetta, dobbiamo semplicemente usare del sottoprodotto dell’uva, ossia i raspi, la vinaccia, tipo tutti i sottoprodotti degli scarti di potatura, come le frasche, perciò tutti prodotti naturali. Non dobbiamo bruciare nessun’immondizia. Che cos’è la Pirolisi? Non è altro che un motore a gas alimentato dalla vinaccia, alimentato dagli scarti di potatura; questo bruciare scarti di potatura di origine semplicemente naturale produce del gas, gas metano. Il gas metano alimenta un motore a gas, come ce ne sono migliaia di milioni in tutto il mondo, come sono le nostre autovetture che sono a gas gpl, come i nostri termosifoni che funzionano a gas metano; generando questo gas metano, và  ad incrementare un motore a gas che farà  girare una turbina, ovvero un generatore che produrrà  200 kW di energia””.

Secondo Di Corato quest’opera porterà  molto lavoro, soprattutto per i giovani:””Cercheremo semplicemente di dare un valore aggiunto alla cantina cooperativa Apulia, dando un po’ di lavoro ai giovani, perchà© immagini quanto lavoro potremmo dare se riuscissimo a pulire i nostri terreni da frasche, sarmenti, tutti scarti di potatura che portano veramente inquinamento, rifiuti, parassiti, funghi nei terreni. Andremmo a pulire i terreni da tutte queste patologie nemiche e in più, possiamo far lavorare dei ragazzi per la raccolta e il trasporto di tutto questo combustibile che serve alla nostra pirolisi. Per realizzare quest’opera abbiamo una contribuzione del GSM molto alto perchà© è a zero emissioni di anidride carbonica, in più abbiamo un contributo dalla regione per basso inquinamento atmosferico, e ci danno 0,03 centesimi in più come premio””.

Infine le parole del presidente riguardo all’allarmismo scatenato da queste persone:””Prima di parlare al popolo, i signori dovrebbero informarsi, dovrebbero valutare perchà© non è bello che una cantina debba essere portata in un pubblico comizio, senza nessun’autorizzazione nà© tantomeno senza nessuna colpa.””

Salvatore Cuccia

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x