25 aprile: ITAS Pavoncelli e SOS Cerignola ricordano l’eccidio di Vallecannella

Per ricordare un pezzettino della storia di Cerignola, a molti sconosciuta, gli studenti del Pavoncelli hanno piantumato undici piante di corbezzolo in località  Vallecannella, sulla strada che porta al santuario della Madonna di Ripalta, in onore di nove militari italiani e due inglesi fucilati da nazisti in ritirata il 25 settembre 1943.

I corpi degli undici martiri furono gettati in una fossa granaria e gli studenti, dopo aver ripercorso le tristi vicende dell’ultimo conflitto mondiale e le nefandezze dell’olocausto e delle foibe, hanno voluto ricordare l’eccidio di Vallecannella.Non è casuale ricordare Vallecannella il 25 aprile, festa della Liberazione, istituita, su proposta del presidente del Consiglio Alcide De Gasperi, dal principe Umberto II, allora luogotenente del Regno di Italia, il 22 aprile del 1946 con decreto luogotenenziale che recitava: “”A celebrazione della totale liberazione del territorio italiano, il 25 aprile è dichiarato festa nazionale””.Un ringraziamento all’associazione SOS Cerignola, per il suo impegno sociale per la rivalutazione storica e delle tradizioni del nostro territorio, che ha coinvolto gli studenti, che hanno scelto il corbezzolo per la commemorazione per il suo significato simbolico.

Lo spettacolo che queste essenze mostrano a fioritura è fantastico e altamente simbolico: si osservano esemplari che ospitano contemporaneamente sia i frutti che i fiori, creando un gioco tricolore spettacolare: foglie verdi, fiori bianchi e frutti rossi.

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x