I nuovi chef di Carpe Diem: 120 bambini e 15 pazienti psichiatrici per CuciniAmo

Cavatelli, cicatelli, focaccia, dolci pasquali, ciambelle fritte e chiacchiere di Carnevale. Questa volta il consorzio Carpe Diem ha messo gli ingredienti nelle mani di 120 bambini e ha lasciato che i piccoli chef dessero sfogo alla propria verve culinaria.

è nato così il laboratorio CuciniAmo, da un’idea dei ristoratori consorziati Caminetto, Baraonda, Bar Roma, Bar Preziosa, La Volpe e l’Uva e l’Arcimboldo, che hanno inteso creare un momento ludico e ricreativo per i minori, insegnando loro l’arte della cucina e la tradizione delle ricette locali.
A rendere speciali le pietanze anche il coinvolgimento di 15 pazienti psichiatrici del Centro San Luca. Proprio ieri si è concluso il primo step del progetto CuciniAmo: “”Tutti contenti e pieni di gioia con la voglia di ritornare a riprendere il laboratorio già  dal mese di maggio. Un ringraziamento particolare va a agli sponsor per aver contribuito all’iniziativa e averci dato la possibilità  di vendere il tutto a un prezzo sociale e accessibile a tutti””, informano con soddisfazione gli organizzatori.

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x