Liceo artistico s. Cuore, il contributo alla Bibart 2016

La riforma Giannini sull’alternanza scuola-lavoro, la famigerata 107/15, coglie gli istituti secondari superiori di Cerignola al massimo della preparazione. Tra di esse, il liceo artistico Sacro Cuore dimostra di svolgere non solo la propria parte nel complesso della rete scolastica foggiana, ma di avere anche la vocazione a superare i confini della provincia, e di mirare a Bari.

Grazie alla collaborazione proficua fra il dirigente scolastico Giuliana Colucci e il novello direttore artistico di Bibart 2016 Miguel Gomez, mostra d’arte apertasi a Bari il 15 dicembre, gli studenti del Sacro Cuore hanno contribuito massivamente all’allestimento degli spazi d’esposizione dell’evento e alla realizzazione dei premi con cui verrano incoronati i migliori artisti dell’edizione odierna.

Dalla tolda di comando in via Follereau, presso il liceo classico Zingarelli, Giuliana Colucci si prodiga nella crescita delle altre scuole di cui riveste la titolarità , ossia il sunnominato istituto e il liceo scientifico di Stornarella, “”la grande famiglia”” di cui parla nella conferenza stampa di presentazione dei lavori. Conscia delle difficoltà  attraversate nel contesto contemporaneo dagli istituti umanistici, che tuttavia non hanno impedito ad un zingarelliano di essere eletto nel Parlamento regionale degli studenti con una carica benemerita, il giovane Leonardo Detto, il dirigente scolastico annuncia con fierezza di aver agganciato con prontezza gli obiettivi del Piano formativo triennale in corso con la stipula, da parte del liceo classico, di uno stage in Irlanda al fine del perfezionamento nella comunicazione digitale, dalla durata plurimensile. Nessuno degli indirizzi del Sacro Cuore è stato lasciato in ozio : da Progettazione ed Allestimento, a Organizzazione e Gestione dell’Evento, fino a Grafica e Pubblicizzazione, tutti hanno fornito maestranze nella preparazione delle mostre al Museo Diocesano e alle altre chiese, sedi della kermesse artisitca. E quando i lavori presso Bari volgeranno al termine, gli studenti saranno impiegato, sempre in virtù dei percorsi di alternanza, presso Palazzo Sinesi a Canosa per lavori di abbattimento delle barriere architettoniche. Ennesimo frutto di una convenzione siglata con il sovrintendente generale del Museo Archeologico di Canosa, arch. Alfredo Di Biase. Non bisogna dimenticare tra i parner dell’istituto, oltre all’apporto del maestro Gomez con la sua creatura, la Federico II Eventi, l’Accademia delle Belle Arti di Foggia, nella persona del direttore Eva Belgiovine, e la Vallisa Onlus.

Il picco dell’entusiasmo è stato raggiunto venerdi 16, con l’arrivo delle opere autentiche di D’Alì e Modigliani, che hanno mandato in estasi gli studenti e i docenti, anche per l’onorifica presenza di un ospite d’eccezione. William Tode, tra i massimi esponenti del Neorealismo Italiano, già  direttore di Casa Vasari e responsabile di Palazzo Pitti e degli Uffizi di Firenze, ha imbastito una lettura delle opere ad uso e consumo dei presenti, che ha ammaliato con i suoi aneddoti sui grandi artisti del Novecento italiano, suoi amici e conoscenti.
Enrico Frasca

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x